LE RAGIONI DEL CAMPAGNOLA

Pubblichiamo la nota inviataci dal presidente del Campagnola dopo la prima giornata di Coppa Carnia.

Riteniamo giusto tramite la presente fare sentire la nostra voce prima come appassionati e tifosi del gioco del calcio, poi da dirigenti quotidianamente impegnati e attivi al servizio del ASD Campagnola. Quello che successo domenica 22 Aprile è surreale e poco ha a che vedere con il calcio giocato.
Prima di addivenire alla disamina dei fatti ci preme però precisare che non è nostra intenzione mettere in discussione il successo della Moggese, meritato e conquistato sul campo, né sminuire il valore, la bravura e l’impegno di avversari leali e degni di uscire dal terreno di gioco con l’onore della vittoria. Riteniamo però doveroso denunciare come scandaloso il mancato rinvio di una partita giocata in condizioni estreme, affinché possano essere presi provvedimenti atti ad impedire il succedersi di fatti analoghi in futuro.
Non è infatti un fatto trascurabile il mancato incasso per la Società, dovuto alla scarsa affluenza di pubblico, come non lo è la letterale devastazione subita dal terreno di gioco (dopo la spesa di alcune migliaia di Euro per presentarlo in condizioni ottimali all’avvio delle competizioni, senza conteggiare naturalmente le ore di lavoro gratuite prestate da alcuni volontari). Inoltre, non si può tacere il sistematico e inspiegabile rifiuto da parte dell’arbitro nel non voler procedere alla verifica della praticabilità del campo nonostante il pallone non fosse palesemente in grado di rimbalzare in parecchi punti e le traiettorie dei tiri fossero palesemente inficiate dal vento. Il fatto comunque più grave rimane il pericolo d’incolumità a cui sono stati sottoposti i calciatori e i dirigenti partecipanti alla gara in questione:qualcuno a fine gara si è sentito male ed è stato portato a braccia all’esterno del terreno di gioco e qualcunoha dovuto perdere giornate di studio o di lavoro, nonché di calcio, per colpa dei postumi di una partita come questa. Non riteniamo sia assolutamente accettabile e tollerabile che venga disputata una partita dopo che un fulmine ha lievemente colpito un nostro dirigente (che per completezza di informazione, ha dovuto trascorrere una notte in ospedale in osservazione) con il reale rischio che altri si abbattessero sul terreno di gioco mettendo ulteriormente a serio repentaglio l’incolumità di giocatori e spettatori. Per la cronaca, un secondo fulmine si è abbattuto anche sulla centrale termica del campo di gioco, costringendo tutti,al termine della partita, ad una doccia gelata (visto che il fulmine si era abbattuto prima dell’inizio della, gara, arbitro e dirigenti ospiti sono stati prontamente informati prima del fischio di inizio della mancanza di acqua calda).
La prossima volta che dovesse verificarsi una circostanza paragonabile, ci assumeremo direttamente la decisione di non far giocare la gara, qualunque siano le sanzioni che verranno prese nei nostri confronti, visto che le persone deputate a decidere sullo svolgimento delle gara non hanno il senso di responsabilità per farlo, neanche e soprattutto alla luce di quanto avvenuto sopra.
Riteniamo infatti doveroso che le Società, che dedicano parecchie risorse nell’organizzazione di una stagione sportiva, possano essere maggiormente coinvolte nelle decisioni, che non devono essere lasciate all’arbitrio di un solo soggetto.
                                                                                                                                                                                                                                                                             Il presidente Mario Rosso ed il Consiglio Direttivo dell’ASD Campagnola

2 Comments

  • Posted 30 Aprile 2012 20:09 0Likes
    by mirko 10

    Mi trovo assolutamente in sintonia con il presidente del Campagnola, troppo spesso infatti si procede con troppa incuranza e superficialità, a far disputare partita in situazioni davvero impossibili, con la tangibile possibilità, che qualche d’ uno prima o poi si faccia male sul serio, spero davvero che questa vostra lettera venge presa ad esempio, e che certe situazioni vengano modificate….mirko (stella azzurra)

  • Posted 5 Maggio 2012 19:11 0Likes
    by valle antonio

    Sono Valle Antonio Presidente del FUS-CA,sostengo pienamente l’analisi del PRESIDENTE ROSSO del Campagnola, aggiungo; il buon senso è a portata di tutti, solo quando tutti ,sono parte di un sistema si’ sportivo ,ma con i piedi per terra!

Comments are closed.

Subtitle

Per la tua pubblicità

Some description text for this item

Subtitle

Approfondimenti

Some description text for this item

Subtitle

TECHNICAL PARTNER

Some description text for this item

Ufficio PubblicitàRadio Studio Nord e-mail: spot@rsn.itT +39 0433 40690
Redazione Radio Studio Nord e-mail: carnico@rsn.it
Link Utili FIGC Tolmezzo
Precedenti Stagioni 2018 2017 2016 Altre edizioni