SON TORNATI I “BELLI GIALLI”!

 

Borchia capitano dei Mobilieri

L’ultima volta che il Sutrio (allora si chiamava così!) vinse la Coppa Carnia in Italia si dimise il Governo Craxi, negli Stati Uniti andò in onda la prima puntata dei Simpson,  il diciannovenne Mathias Rust volò con il suo Cessna dalla Germania alla Russia eludendo i controlli e atterrando sulla Piazza Rossa e l’Italia si espresse per la prima volta sul nucleare, con il referendum abrogativo, dopo il disastro Chernobyl. Da allora son passati molti anni e di Governi che si dimettono, purtroppo, in Italia non ce ne sono, i Simpson continuano ad andare in onda esattamente come i disastri nucleari, a prova di qualsiasi referendum… La storia continua, insomma, ed il passato sembra ieri, Tanto che, guardando la bacheca del Sutrio, si ha l’impressione di qualcosa di antico: e chissà se la nuova denominazione, Mobilieri, forse ha nascosto fino alle 23 dell’ 11 agosto un sinistro presagio: Mobil … ieri, appunto. Il passato. Diventato, improvvisamente e sorprendentemente Mobil… oggi, nella magica serata di Villa. Vince, finalmente, anzi rivince il Sutrio e la sua vittoria dimostra ancora una volta che il calcio non è una scienza esatta.

Eh sì, perché ben pochi avrebbero scommesso sulla vittoria dei gialli. Questa Coppa aveva un favorito assoluto, il Cedarchis, che invece esce dal Campo dei Pini sconfitto e deluso, ma con grande stile. Stavolta non ci saranno ricorsi, perché il recupero è stato giocato fino in fondo ed i primi a rendere merito ai vincitori sono proprio i vinti, come dovrebbe accadere ed invece non accade quasi mai. E quando il capitano Massimo Borchia alza al cielo la Coppa nel cielo di Villa c’è chi si commuove ed è giusto così. Perché Sutrio ha bisogno di vincere qualcosa, perché Sutrio è la squadra più scudettata della Carnia ma in questi anni è dovuta scendere due volte in Seconda, perché Sutrio ci sta provando a tornare grande e, come si dice in questi casi, vincere aiuta a vincere. Dietro questa grande vittoria ci sono i protagonisti di una serata memorabile: Simone Gonano, portiere dal grande futuro … dietro le spalle, uno che sembrava destinato a ben altri palcoscenici ed invece ha dovuto “accontentarsi” del Carnico. Davanti a lui i suoi compagni di reparto, i difensori: la coppia centrale, con Maieron e De Mattia che hanno chiuso praticamente tutto e poi gli esterni. Mauro Mereu, tamburino sardo, corsa e spinta sulla fascia anche se a volte il suo allenatore si sgola per richiamarlo all’ordine tattico ed allora diventa tamburino … sordo! Dall’altra parte Manuel Dell’Oste. Giù il cappello di fronte ad uno dei giocatori più generosi di tutto il campionato, uno che gioca da inizio stagione con un dolore all’inguine che lo tormenta ma c’è sempre e gioca dove lo metti. Davanti alla difesa, i centrocampisti: Massimo Borchia,capitano di cento battaglie e di mille corse. Nella finale si è piazzato davanti alla difesa, rubando palloni per ripartire, tamponando e proponendo. Il migliore in campo, secondo me. Poi, Stefano Roi, che non è una rima, ma un grande centrocampista. Un problema di salute aveva fatto temere il peggio ed invece la Coppa che alza è un segnale forte, di caparbietà e di speranza. E come poteva mancare uno Straulino nel Sutrio che vince? E’ Michele, figlio che l’arte (del papà Nicola, alias “il “Tino”) l’ha messa da parte (soprattutto nel secondo tempo,  perché nel primo deve essere stato preso dal panico di giocare di fronte a quasi 2000 persone) e lascia intravedere un grande futuro. Il compito di illuminare la manovra spetta a Buzzi: “Gil” sembra che abbia il fosforo direttamente nei piedi, perché un passaggio non lo pensa. Lo fa. Con la naturalezza di chi il calcio ce l’ha dentro. Peccato che il suo passato cedarchino lo abbia cromaticamente confuso, colorando la sua serata di giallo (per due volte) e di rosso, il che significa doccia anticipata. Davanti, Paolo e Nicholas Di Lena: padre e figlio, due generazioni che, manco a farlo a posta, sembrano unire la storia del Sutrio. Da Mobil… ieri a Mobil … oggi, appunto. E poi Simone Straulino, Gerardo Dassi e Lancerotto, gente che entra e in qualche modo lascia il segno. Prendete Mauro: ha vissuto una stagione travagliatissima, ma poi, quando è stato mandato in campo ha confermato la fama che lo aveva accompagnato in Carnia: spiccioli di gara e gol, entrambe le volte quello del 2 a 0 (semifinale e finale).

Dove è girato il match? Forse nella fase finale del primo tempo, quando Rainis ha colpito il palo alla destra di Gonano (uno spot beneaugurante per la prossima… Magia del legno, festa sutriese di inizio settembre) e 6’ dopo, quando Paolo Di Lena ha messo in atto la Magia del … segno, realizzando un gol con un tiro da lontano che Pelli ha visto forse con un po’ di ritardo. Poi, nella ripresa, il raddoppio del “Lance” e l’acuto (inutile) di Granzotti.

Una lettura più squisitamente tecnica del match ci porta  a fare una considerazione: stavolta, forse, le mosse dei tecnici sono state molto più importanti del solito. Perché? Presto detto: Del Frate ha azzeccato quasi tutto, chiudendo bene le fasce anche con alcuni sacrifici eccellenti: quel Mereu basso all’inizio, è un segnale, esattamente come i ripiegamenti di Nicholas Di Lena che avrà fatto mancare qualcosa in avanti, ma è stato decisivo nel presidio dell’out. E poi il coraggio di mandare in campo Lancerotto, con la squadra in 10, spedendo Paolo Di Lena a giocare al posto di Mereu. Ma è stato dal punto di vista mentale che il tecnico di Gonars ha compiuto il suo capolavoro, perché l’ordine tattico e  la tranquillità sono il frutto di un lavoro a livello psicologico che Del Frate non ha certo trascurato. Dall’altra parte Zearo (che saggiamente aveva detto di non fidarsi alla vigilia del pronostico a senso unico…) ha dovuto rinunciare a Maichoal Cescutti squalificato e gettare nella mischia Granzotti quando era già sotto di un gol. Ma il “Granzo” nonostante la straordinaria inzuccata che ha ridotto lo svantaggio nel finale non era e non poteva essere lui, dati i problemi muscolari. Il tifo: i Warriors hanno acceso fumogeni ed incitato i loro giocatori per tutto l’incontro ed anche prima, ammettendo alla fine la legittimità del successo degli avversari. La gente di Sutrio si è affidata alla tradizione per tutto l’incontro, accompagnando con las cragiules ogni azione dei propri giocatori. Le cragiules (si scrive così?) sono strumenti di legno (e di cosa potevano essere, nel paese dei marangons?…) che producono un suono simile al gracchiare di un ranocchio. Quello tornato principe dopo un incantesimo di 24 anni. Oddio, è dura immaginare Paolo Di Lena e Lancerotto nei panni di una bella principessa, ma va bene lo stesso. Perché dall’11 agosto 2011 qualcosa è cambiato nella storia del Sutrio e Mobilieri si può scrivere tutto attaccato: Mobilieri e non Mobil…ieri. Da giovedì 11 agosto 2011 son tornati i “belli gialli” per il quale hanno fatto il tifo un po’ tutti, visto che il “Ceda” (come quelli che vincono spesso) ha molti nemici. Adesso occhio, però, perché il leone, anzi, la pantera ferita ha voglia di rivincita. Per gridare che il Cedarchis  c’è, anzi… C’è…darchis!

28 Comments

  • Posted 12 Agosto 2011 12:50 0Likes
    by G. De Mattia

    Complimenti Max…..bellissimo articolo……e forza GIALLI!!!

  • Posted 12 Agosto 2011 13:03 0Likes
    by puntel michele

    grande MASSIMO giu il cappello, i tuoi articoli sono sempre divini e mai banali. Per uno che ieri non ha visto la partita come me,mi é bastato leggere le tue righe ed é come se a villa ci fossi stato anch io. Semplicemente fantastico(non montarti la testa adesso)meriti un posto tra i vari dante e manzoni perché i tuoi articoli fanno venire la pelle d’ oca

  • Posted 12 Agosto 2011 13:25 0Likes
    by CHIAPOLINO Mauro (Celest)

    Massimo complimenti, un bellissimo articolo, ma non è una novità…
    Da dirigente dei Mobilieri voglio fare i complimenti per prima cosa al Cedarchis che ha accettato con molta sportività il verdetto del campo ed anzi a fine gara sia i giocatori che i tifosi ci hanno fatto i complimenti per la meritata vittoria.
    I complimenti li voglio fare anche al Villa, per me è la prima volta che vivo da dentro una finale a Villa e devo dire che l’organizzazione è stata impeccabile e curata nei minimi dettagli.
    Voglio ringraziare il mister (Rosso) e tutti i giocatori, sia quelli che hanno giocato che quelli che purtroppo non hanno partecipato alla gara ma che comunque hanno dato il loro contributo al successo.
    Da ultimo voglio ringraziare gli allenatori del settore giovanile e tutte le persone che ci danno una grande mano e non hanno la visibilità che meriterebbero, a loro voglio dire che una parte di questo successo è anche merito vostro.
    Un saluto a tutti e viva i Belli Gialli

  • Posted 12 Agosto 2011 13:51 0Likes
    by Gus

    bell’articolo max complimenti!!!!
    e senpre grande LANCEEEEEEEEEEEEE!!!!!!!
    FORZA ASD WARRIORS!!!!!!

  • Posted 12 Agosto 2011 15:30 0Likes
    by Bruno Tavosanis

    Di Cento(dieci) e lode! 🙂

  • Posted 12 Agosto 2011 17:15 0Likes
    by PREMIATE FALEGNAMERIE SUTRIO

    PREMIATE FALEGNAMERIE SUTRIO, SPONSOR UFFICIALE DEI MOBILIERI, RINGRAZIA I “BELLI GIALLI” PER QUESTA SPLENDIDA E MERITATA VITTORIA…UN GRAZIE ALLA DIRIGENZA E SOPRATTUTTO AI RAGAZZI CHE HANNO COMBATTUTO IN CAMPO…

    FORZA BELLI GIALLI…

  • Posted 12 Agosto 2011 18:01 0Likes
    by Daniele Kravanja

    Complimenti di cuore ai “Belli Gialli” !!!
    Spero, da presidente di una squadra da ricostruire, di poter provare, prima o poi, una simile soddisfazione.
    Mandi 🙂

  • Posted 12 Agosto 2011 21:07 0Likes
    by Alessandro Copetti

    Bell’articolo Massimo: complimenti!

  • Posted 12 Agosto 2011 22:04 0Likes
    by Taffa

    gran bella partita ieri sera,bella cornice di pubblico,campo spettacolare! prova di carattere dei Mobilieri,mi dispiace x il Ceda ma il Sutrio ha meritato,e poi il Lance e Di Lena hanno qualità non comuni…
    W la Carnia,peccato ke giocate l’estate:)

  • Posted 12 Agosto 2011 22:13 0Likes
    by luigi ongaro

    semplicemente fantastico. ciao

  • Posted 13 Agosto 2011 01:14 0Likes
    by Fabio

    ….mobilieri olè…..mobilieri olè…….grande Pablito…gol stupendo voluto e cercato….Mauro sei entrato e subito le tue giocate hanno fatto capire le tue intenzioni…ed ecco la bicicletta…gol da attacante puro…senza dimenticare il gran gol di granzotti…unica nota dolosa, i cori da parte dei sostenitori del ceda dando dei mercenari ad alcuni giocatori avversari(non dimenticate che tra le vostre file mi sembra che ci siano più di qualche giocatore ….)sarebbe stato più bello sentire cori che incitassero la vostra squadra, perchè anche voi avete fatto parte dello spettacolo che ieri sera ho potuto ammirare….complimenti a tutto il carnico….

  • Posted 13 Agosto 2011 11:50 0Likes
    by i-gi

    Il rumore che si innalzava dalle tribune di Villa?
    non il suono delle “Cragiules” ma…il ronzio delle ali dai “Scuscions” pronti a spiccare il volo!!!

    Grazie Ragazzi e Forza Belli Gialli!!!

  • Posted 13 Agosto 2011 21:23 0Likes
    by gianca

    Quando in semifinale il cedarchis ha battuto il real, il sig. Antonio ha detto:”si sapeva”.
    Io, che di calcio mi intendo poco, gli risposi che la palla è rotonda.
    Il sig. Antonio, che è nato “saputo”, perchè sicuramente pensava che la coppa carnia l’avrebbe vinta il cedarchis, forse è rimasto deluso quando ha dovuto constatare che la palla è rotonda e i scusons a vevin tante voe di vinci…
    Complimenti ai scusons, all’allenatore, ai giocatori tutti, a Paolo per i gran gol, ma in particolare a Maieron che ha letteralmente asfaltato Moro.
    Un augurio di pronta guarigione a quel grande giocatore che è Sandri, che mi risulta abbia avuto un brutto infortunio.

  • Posted 14 Agosto 2011 16:21 0Likes
    by Videotelecarnia

    Lunedi 15 AGOSTO a partire dalle 20.15 (circa..) su VIDEOTELECARNIA (canale 690) trasmetteremo la finale di COPPA CARNIA MOBILIERI-CEDARCHIS disputata giovedi 11 agosto al campo “dei pini” di Villa Santina

  • Posted 14 Agosto 2011 17:29 0Likes
    by Strazzaboschi Osvaldo

    Come al solito Max hai scritto uno di quegli articoli che solo uno come te riesce a mettere nero su bianco:grande!
    Una serata da incorniciare, contento come se avessi vinto io la coppa. Forza Mobilieri!
    Osvaldo

  • Posted 15 Agosto 2011 10:47 0Likes
    by Rockel Ponean

    Grande gianca, ca iodin di no pierdi dut…………………………..

  • Posted 15 Agosto 2011 12:18 0Likes
    by Carlo

    Approfitto di questo sito per chiedere un’informazione ai gestori del canale “Videotelecarnia”: quando ci si potrà sintonizzare su tale canale nelle zone della val Tagliamento? ad oggi non è ancora possibile…

  • Posted 15 Agosto 2011 18:52 0Likes
    by Videotelecarnia

    @Carlo La nostra televisione è in realtà una associazione e, come tale, NON a scopo di lucro; di conseguenza non potendo ( per legge ) produrre utili non abbiamo sufficienti risorse per “fornire” tutte le vallate di ripetitori atti a coprire il nostro territorio.Se poi ci aggiungi che ne gli enti (reigionali o provinciali) ne molti comuni eventualmente interessati si interessano a darci una mano, capisci che per una piccola realtà come la nostra è impossibile arrivare ovunque..

  • Posted 16 Agosto 2011 13:45 0Likes
    by Carlo

    @Videotelecarnia
    Certo, ho capito perfettamente. E’ un peccato che il segnale non arrivi ovunque nelle zone della Carnia, in quanto so che trasmettete spesso programmi interessanti, tra cui alcune partite del campionato carnico.
    Speriamo che le cose possano cambiare in futuro: non si sa mai!

  • Posted 17 Agosto 2011 01:25 0Likes
    by n.taverna

    con la digital key di una nota pay tv al canale 5690 si vede Vtc in chiaro , penso da tutta la carnia …

  • Posted 17 Agosto 2011 09:45 0Likes
    by walter bugliani

    PER CHI SE L’E’ PERSA..venerdi 19 AGOSTO a partire dalle 20.15 (circa..) su VIDEOTELECARNIA (canale 690) trasmetteremo la replica della finale di COPPA CARNIA MOBILIERI-CEDARCHIS disputata giovedi 11 agosto al campo “dei pini” di Villa Santina

  • Posted 17 Agosto 2011 13:17 0Likes
    by Antonio

    Caro gianca,
    innanzitutto mi ero espresso sull’esito della semifinale, non della finale.
    In una partita come quella di Villa Santina ci sono sempre delle variabili che un “non saputo” quale potresti essere sei tu non puó neanche intuire.

  • Posted 17 Agosto 2011 16:32 0Likes
    by Bruno Tavosanis

    Per Nicola: temo di no. Nel senso che la digital key di Sky sostituisce il decoder digitale terrestre, ma comunque vedi gli stessi canali che vedresti con il dtt stesso. Il vantaggio è solo di avere un unico telecomando che eviti il passaggio dal satellite al terrestre. Ecco perché molti canali privati trasmettono su entrambe le piattaforme

  • Posted 17 Agosto 2011 18:24 0Likes
    by Diego

    Ma aggiorniamo o no l’Albo d’Oro della Coppa Carnia???? 🙂

  • Posted 18 Agosto 2011 16:08 0Likes
    by davide casanova

    complimenti ai mobilieri x la vittoria in coppa….una dimostrazione che se si vuole si puo’!!!!!!!noi in coppa agli ottavi siamo usciti perdendo 2-0 con il ceda….ma con mezza squadra assente x motivi di lavoro nn una giustificazione ovviamente la mia, ma voglio solo dire che questa coppa per essere ancora piu’ bella meriterebbe che dagli ottavi ci sia un andata e ritorno……..o che come si fa in inghilterra si giochi in casa della meno forte!!!!!!un plauso da parte mia a paolo di lena complimenti davvero….6 un grande…..forza s.pietro

  • Posted 19 Agosto 2011 21:01 0Likes
    by max

    Ho seguito le due telecronache su fvgsport e videotelcarnia ,la prima davvero ottima la seconda un tormentone su come il fortissimo cedarchis fosse rimaneggiato e davvero poco entusiasmo per i bellissimi gol dei mobilieri come dire “perle….”.
    Saluti
    Max

  • Posted 21 Agosto 2011 13:27 0Likes
    by Massimo Di Centa

    Caro Max, non è per solidarietà verso i colleghi che hanno fatto le telecronache, ma permettimi di non essere d’accordo con te. Ho trovato il commento di Diego Di Centa e Walter Bugliani misurato ed equilibrato e credo che la legittimtà del successo sutriese sia stata sottolineata in più di un’occasione. Ciao ciao.

  • Posted 21 Agosto 2011 18:33 0Likes
    by Walter Bugliani

    Grazie Massimo per la solidarietà, come abbiamo avuto modo di parlarne, chi commenta le partite non accontenterà mai nessuno..ho rivisto la partita 2 volte e credo,anzi ne sono sicuro, il commento mio e di Diego non è stato fazioso, dimostrazione è che alcuni tra dirigenti e giocatori dei Mobilieri ci hanno fatto i complimenti.
    Ad inizio cronaca Diego ha evidenziato le assenze di entrambele squadre, in effetti in cronaca abbiamo sottolineato più volte che la mancanza di Granzotti nel Cedarchis era pesante, ma se i Mobilieri avessero dovuto fare a meno di Paolo di Lena la sua assenza avrebbe avuto lo stesso peso..e magari il risultato sarebbe stato diverso..
    Invito Max a rivedere la partita ed ascoltare Diego al momento dei gol..non mi è sembrato proprio freddino..e nemmeno il sottoscritto nell’evidenziare per tutta la gara la grande prestazione di Paolo(Di Lena).
    Quindi caro Max, rispetto la critica che ci hai fatto e ne farò tesoro, per la cronaca il sottoscritto NON è giornalista ma un semplice appassionato di calcio che, solo ed esclusivamente per passione, collabora con Videotelecarnia per portare nelle case della regione un pò di calcio Carnico..senza tifare per nessuno.
    Grazie e buon Carnico a tutti!!

Comments are closed.

Subtitle

Per la tua pubblicità

Some description text for this item

Subtitle

Approfondimenti

Some description text for this item

Subtitle

TECHNICAL PARTNER

Some description text for this item

Ufficio PubblicitàRadio Studio Nord e-mail: spot@rsn.itT +39 0433 40690
Redazione Radio Studio Nord e-mail: carnico@rsn.it
Link Utili FIGC Tolmezzo
Precedenti Stagioni 2018 2017 2016 Altre edizioni