REAL E CEDARCHIS, A VOI!

Real - Cedarchis: la sfida

L’11 settembre è una data di una certa importanza: il 254° giorno del calendario gregoriano (ne mancano 111 alla fine dell’anno) è spesso salito alla ribalta della cronaca. In tempi recenti, nel 2001, un attacco terroristico provoca il crollo del World Trade Center a New York e danni al Pentagono, quello stesso Pentagono di cui, nello stesso giorno di 60 anni prima, si era iniziata ufficialmente la costruzione. L’11 settembre del 1960 a Roma si chiudeva la XVII Olimpiade e nel 1972, a Monaco, si chiudeva l’Olimpiade numero 20, una delle più tragiche della storia.  Nel 1973, sempre nello stesso giorno, in Cile  il golpe militare di Augusto Pinochet rovescia il governo e il presidente Salvador Allende muore durante le ultime fasi di assalto al palazzo presidenziale.
Eventi importanti, insomma, che spesso hanno determinato profondi cambiamenti nel tessuto storico e sociale del pianeta. Il Carnico, nel suo piccolo, in questo giorno si avvia a vivere un evento che non cambierà la storia del mondo, ci mancherebbe…, ma potrebbe indirizzare quella del titolo 2011. Adriano Ortobelli ed Enzo Zearo vivranno giornate di passione e di sicuro stanno già pensando a uomini e tattiche, anche se ormai sanno, meglio di chiunque altro, che in partite come queste sono più importanti gli schemi … mentali ed invece dei muscoli bisognerebbe allenare i neuroni! Eh sì, perché queste partite si vincono soprattutto con la testa e non servono eurogol, ma sono decisivi i … neurogol, quelli che scaturiscono, cioè, da una condizione mentale appropriata all’evento.  Proviamo a vestirci da Ortobelli e Zearo e mettiamo giù la nostra squadra di Fantacalcio. Il Real calerà il suo bel 4-4-2, con De Gudici tra i pali e poi  da destra a sinistra Mori, Nettis, Graziano Morassi ed Andrea Morassi. La linea mediana dovrebbe essere composta da Coradazzi a destra, De Crignis e Matiz nel mezzo e Urban a sinistra. Davanti Roby Agostinis e Stefanutti. Varianti possibili? Zammarchi al posto di Mori (ma Sandro è più difensore) e Boschetti per il “Gra” (che “sente” molto le partite col “Ceda”). Dall’altra parte, il 3-4-1-2 di Zearo dovrebbe essere la risposta: Pelli in porta, Stramondo, Tassotti e Ghidina i centrali dietro, con Roby Quaglia subito davanti a loro e Simone Cescutti e Rainis a scorazzare sulle fasce. Rella come vertice alto del rombo, con Maichoal Cescutti dietro a Moro – Granzotti. Pontonutti per Tassotti potrebbe essere un’opzione, come un impiego a sorpresa di De Toni o Copetti. Ma Real – Cedarchis è uno scontro soprattutto di diverse filosofie. I biancorossi, con 8 elementi dei possibili titolari di partenza provenienti dal settore giovanile, reclamano il ruolo di squadra fatta in casa. Il Cedarchis (che non può allestire un settore giovanile: mancano i numeri demografici, con Arta, Imponzo, Paularo e Tolmezzo nel raggio di pochi chilometri) si è costruito la fama di squadrone con investimenti su giocatori bell’e pronti, suscitando spesso le critiche degli avversari. “I mezzi che non investiamo nel settore giovanile li impieghiamo per portare giocatori bravi in giallorosso” dicono al “Ceda”. “Investire tanto per vincere un Carnico? Mah..” replicano a Imponzo. Ed ogni volta è una discussione, un reclamare la propria filosofia come la più valida. Succede così da sempre ed ogni volta che le sfide si avvicinano i toni si alzano. A proposito di sfide, quella di domenica 11 settembre 2011 sarà la numero 46 tra le due squadre: nelle precedenti si contano 6 vittorie del Real, 25 successi del Cedarchis e 14 pareggi. Nel computo dei gol, 62 sono quelli giallorossi e 26 quelli biancorossi.

Pronostici? Lasciamo perdere… Di certo la sfida sarà fondamentale ma non decisiva con la prospettiva di un pareggio che potrebbe rimettere in corsa  il Trasaghis, perché dopo il big match di domenica, i biancoverdi avranno un calendario più semplice (sempre sulla carta, naturalmente) di Real e Ceda. Andiamo a vedere, allora, gli impegni delle tre fino al 23 ottobre, ultima di campionato: il Cedarchis avrà la Velox in casa, poi andrà in trasferta a Sutrio prima di ricevere allo “Zuliani” il Campagnola. Nelle ultime tre partite la squadra di Zearo andrà a Villa con la Folgore,riceverà il Bordano e chiuderà il torneo a Pontebba. Il Real dopo il “Ceda” andrà a Bordano, poi avrà Cavazzo in casa, Ovarese fuori, Cercivento in casa, Moggese fuori e chiusura interna col Villa. Il Trasaghis affronterà sabato 10 la Folgore in casa, poi avrà due trasferte: il recupero a Cavazzo il giorno 14 ed il viaggio a Cercivento la domenica successiva. Poi, affronterà la Pontebbana in casa ed il Villa fuori prima di un doppio turno casalingo con Moggese e Velox che precede l’ultimo impegno, ovvero il derby in casa del Bordano. Divertiamoci a fare tabelle e pronostici, aspettando le ore 16 di domenica, quando le due torri più alte del campionato (ma, come detto, niente affatto … gemelle) si sfideranno, ognuna con la propria filosofia ed il proprio modo di intendere il calcio. Ecco, il calcio: ricordiamoci che si parla di questo e limitiamoci agli sfottò simpatici ed ironici che sono la cosa più bella e più sana del calcio parlato. Buon Real – Cedarchis a tutti e che sia uno spot (e non uno stop) per il Carnico!

24 Comments

  • Posted 7 Settembre 2011 08:09 0Likes
    by Daniele B

    Commento che esula dalla sfida di domenica, solo una precisazione.
    Le Olimpiadi di Monaco si sono svolte nel 1972 e non nel 1978 (anno “non olimpico”).
    Come diceva qualcuno nella prima edizione di “Quelli che il calcio”, “Per la precisione”….
    Complimenti per il vostro lavoro sempre appassionato

  • Posted 7 Settembre 2011 09:26 0Likes
    by Filippo

    Dopo 2 mesi che non vedo una partita di Carnico domenica ci sarò! Non penso a una bella partita. Sono curioso. Due modi diversi di vedere il calcio: il real che ormai gioca a zona ad occhi chiusi, il cedarchis (mi dicono che nella semifinale di coppa ha fatto bene con il 4-4-2) che alterna la marcatura a uomo alla disposizione a zona. L’ultima volta che ho visto il cedarchis ha giocato a uomo una partita orribile a gemona. Il cedarchis mi sembra più forte nei singoli mentre il real è lì perchè sa stare in campo. Un punto di differenza. Un gol fatto di differenza. Un gol subito di differenza. Grande equilibrio. Domenica non sarà decisiva (ma se il cedarchis vince va a +4) e penso che il primo pensiero sarà non perdere. A guardare il calendario poi ce l’avrà più dura il cedarchis. chissà!

  • Posted 7 Settembre 2011 09:50 0Likes
    by antonio

    a leggere questo articolo sembra che la partitita tra il ceda ed il real succederà quaicosa di drammatico ..vabè

  • Posted 7 Settembre 2011 11:31 0Likes
    by Massimo Di Centa

    @Antonio. L’unica cosa di drammatico che c’è in questo articolo è che sarebbe imperdonabile non coglierne il tono enfatico ed ironico. Vabbè…

  • Posted 7 Settembre 2011 14:03 0Likes
    by christian lestuzzi

    Tra Real e Cedarchis spero sinceramente vinca la Folgore!!! Cmq vinca il migliore

  • Posted 7 Settembre 2011 15:18 0Likes
    by marco nettis

    massimo ti sei dimenticato 11 settembre 1976 triste data per il friuli….oltre il terremoto quello stesso giorno li si sn sposati anche i miei ahhaha!!!! apparte tutto FORZA REAL!!! 🙂

  • Posted 7 Settembre 2011 15:33 0Likes
    by Nicola Fabris

    @Marco Nettis – Il terremoto è stato il 15 settembre 1976 se non ricordo male !!!

  • Posted 7 Settembre 2011 15:52 0Likes
    by marco nettis

    si le 2 più forti scosse dopo il 6 maggio furono l’11 e il 15 settembre… così ho letto e mi hanno raccontato nn essendo ancora nato…. cmq grande presidente!!! tienimi controllato!!! 🙂

  • Posted 7 Settembre 2011 16:22 0Likes
    by moreno

    Forza ceda distruggili.

  • Posted 7 Settembre 2011 17:04 0Likes
    by Altro

    Per chi fosse interessato gli altri incontri del prossimo turno sono:
    ore 21:00 TRASAGHIS – FOLGORE (anticipata a sabato 10 settembre)
    ore 16:00 CAMPAGNOLA – BORDANO
    ore 16:00 MOBILIERI – PONTEBBANA
    ore 16:00 MOGGESE – CAVAZZO
    ore 16:00 VELOX – OVARESE
    ore 16:00 VILLA – CERCIVENTO

  • Posted 7 Settembre 2011 17:49 0Likes
    by Massimo Di Centa

    @ Altro. Non so se il tuo commento vuole essere ironico. Se così fosse, scusa ma proprio non ti capisco. Real – Cedarchis non è una partita come le altre: si sfidano la prima contro la seconda, ma soprattutto si sfidano due “filosofie di pensiero”. Era questo il senso da cogliere. Evidentemente non sono un bravo giornalista se non sono riuscito ad evidenziarlo. E se proprio vuoi fare il paladino, perchè non hai scritto anche il programma della Seconda e della Terza? Senza rancore, ciao, Massimo.

  • Posted 7 Settembre 2011 18:30 0Likes
    by blanc e ros

    forzaaa reaaallllll.. vincereeeeee.. voglio un dominio bianco rossooooo

  • Posted 7 Settembre 2011 19:32 0Likes
    by moreno

    questo è un consiglio per:
    Altro,
    mon scrivere MAI contro quelle due squadre è un consiglio

  • Posted 7 Settembre 2011 19:49 0Likes
    by Rockel Cjargnel

    Bravo Max, bell’articolo, solo tu potevi scriverne uno così, si potrebbe paragonare questo “derby” ai grandi derby professionistici per l’attesa, le tifoserie, e la valenza e la bravura dei giocatori che si affrontano in tutti i 90 minuti…. e comunque concordo con il posto di filippo non sarà decisiva in caso di parità, altrimenti darà una botta psicologica a una delle due squadre e il campionato in gran parte può essere deciso domenica…..FORZA REAL NON MOLLARE!!!! IO SARO’ LI PER TE A TIFARE!!!!

  • Posted 7 Settembre 2011 21:01 0Likes
    by Roberto Pirioni

    Mi piace quando Massimo Di Centa cala sul sito i trascorsi storici di eventi legati a una data,
    più o meno importante, per farla accomunare con un’evento che il Campionato Carnico si
    accinge a vivere. Real-Cedarchis sara’ la partita della stagione in corso che forse proietterà
    in vetta alla classifica la compagine che alla fine risulterà la vincitrice finale, questo solo in
    caso di vittoria di una delle due contendenti, e allora perché non sperare in un bel pareggio
    per allungare il testa a testa tra le due contendenti ed allungare così l’interesse che solo
    il Carnico riesce a trasmettere alle popolazioni di tutta la regione anche non direttamente
    coinvolte o interessate?
    Mai come in questi ultimi anni, grazie al lavoro degli organi di stampa, (radio, televisione,
    giornali, internet, ecc.) anche nella bassa friulana l’interesse verso il campionato Carnico
    e’ sorprendentemente aumentato e per esperienza diretta, abbia registrato un numero
    sempre crescente di curiosi e non che domenicalmente affollano gli spalti della Carnia.
    Il Carnico non e’ un giocattolo da usare e poi buttare, e’ un patrimonio della nostra terra
    un bene comune che ci fa vivere con spensieratezza un pomeriggio di fine settimana e forse
    ci fa amare uno sport che i professionisti delle serie superiori non ci riescono più a dare.
    Tra Real e Cedarchis vinca il migliore, ma la partita della sua gente e dei suoi tifosi il
    Campionato Carnico la ha già vinta!
    Dalla “bassa friulana” un saluto a tutti da Roberto.

  • Posted 8 Settembre 2011 09:16 0Likes
    by Alessandro Agostinis

    Massimo, bell’articolo!!! E per qualche commento che si legge davvero assurdo (basta quest’aggettivo???) pensa solo che se fosse obbligatorio nome e cognome, di sicuro il coraggio di pubblicarlo sparirebbe… In qualche occasione credo davvero che questo sito, con la libertà di scrittura che concede, ridicolizzi, agli occhi di chi lo conosce solo per fama, questa nostra splendida realtà chiamata Carnico!!!
    Vabbè, nonostante tutto, noi che lo viviamo da dentro, sappiamo quanto bello sia!!!

  • Posted 8 Settembre 2011 11:09 0Likes
    by gianca

    Caro Nettis, ma tu in che giorno sei nato?
    Perchè anche quello è da considerare un giorno catastrofico……..
    A parte l’ironia, mi raccomando sabato a letto presto, niente birre … e domenica concentrato su Granzotti e Moro.
    Se succede che ti scappano, lunedi ti passaimo per le armi

  • Posted 8 Settembre 2011 11:45 0Likes
    by Cris

    Non c’è che, dire tanto di cappello… l’articolo è davvero avvincente e dipinge perfettamente l’atmosfera enfatizzandola simpaticamente. I commenti ci stanno, poi uno può replicare con intelligenza o con invidia… come è stato detto si sfidano non solo 2 squadre ma due filosofie di pensiero, ognuno di noi poi può pensarla come vuole ma lamentarsi che ci sono pure altre partite è un pò da bambini…

    Personalmente ho il cuore nella parti basse della classifica, ma è assolutamente giusto e normale che i riflettori siano puntati sul match tra due compagini che nel’arco del campionato hanno meritato più di tutte e questo è un dato oggettivo. Si può essere a favore o contro le rispettive filosofie, pensare che ricevano aiutini dalla calasse arbitrale o meno, invidiarne le disponibilità di denaro o di validi giocatori, ma nessuno può mettere in dubbio che sino ad ora Ceda e Real abbiano dimostrato di essere le più forti.

    Che vinca il migliore e comunque se ne vedranno delle belle fino alla fine….

    Saluti
    Cris

  • Posted 8 Settembre 2011 14:43 0Likes
    by marco nettis

    doctor…sono nato il 6 maggio!!! ma dell’84… eheheh cmq sabato sera ho già il programma pronto…vado a sentire il capitano suonare al mr zoncolan, e se è libero la invito a venire per ascoltare buona musica!!! per il discorso birre vediamo 😉

  • Posted 8 Settembre 2011 14:52 0Likes
    by Altro

    Non era una critica a Massimo che personalmente ammiro (tanto io e lui ci siamo spiegati!!!) non era una lamentela quindi chi non capisce non capisce.
    Il discorso che, probabilmente nessuno a parte chi ha fatto l’articolo è moooolto diverso da lamentele o critiche.
    In bocca al lupo a Cedarchis e Real (io tifo per …. non lo dico ahahahah).

  • Posted 8 Settembre 2011 14:54 0Likes
    by Altro

    Ooops
    Manca un pezzo
    Il discorso che nessuno ha colto, a parte chi ha fatto l’articolo, è moooolto diverso.
    MANDI

  • Posted 8 Settembre 2011 18:07 0Likes
    by raffaello

    X Moreno. Dai questo mese inizia la caccia, così ti dedichi a ciò che sei più esperto….forse!

  • Posted 9 Settembre 2011 13:44 0Likes
    by massimo ronco

    Riprendendo una frase di Maurizio Mosca…Ahhhhh come gioca Del Piero…io dico Ahhhh come scrive bene Massimo Di Centa……

  • Posted 9 Settembre 2011 17:55 0Likes
    by moreno

    caro raffa,
    la differenza tra noi sta che io capisco quando è il momento di cambiare, tu invece ancora non ai capito che è il momento di appendere il chidino in cantina per appendere le scarpe e le molteplici borse, non prendertela….

Comments are closed.

Subtitle

Per la tua pubblicità

Some description text for this item

Subtitle

Approfondimenti

Some description text for this item

Subtitle

TECHNICAL PARTNER

Some description text for this item

Ufficio PubblicitàRadio Studio Nord e-mail: spot@rsn.itT +39 0433 40690
Redazione Radio Studio Nord e-mail: carnico@rsn.it
Link Utili FIGC Tolmezzo
Precedenti Stagioni 2018 2017 2016 Altre edizioni