LA TELEFONATA: FABIO ZAMPA (IL CASTELLO)

Pronto, è il portiere del Castello Fabio Zampa? Sei per caso omonimo dell’attaccante?
«No, purtroppo sono proprio io».
E che ci fai fra i pali?
«I nostri due portieri, Mardero e Cargnelutti, sono entrambi infortunati e per loro la stagione è finita. Così, dopo Mapelli e Tomasino, ho provato io, evidentemente con buoni risultati».
Hai avuto qualche perplessità quando mister Carnelutti ti ha prospettato questa soluzione?
«In realtà mi sono proposto io, avendo già giocato in quel ruolo nelle giovanili, anche con buoni risultati».
Raccontaci.
«Io nasco come punta. Poi nei Giovanissimi del Pagnacco, proprio come accaduto al Castello, si fanno male tutti i portieri e allora tocca a me. Alla prima partita paro due rigori e così mi ritrovo titolare fisso. Non era nemmeno male, tanto che ho fatto un provino con Milan e Udinese, oltre a far parte della rappresentativa regionale».
E quando sei ritornato in attacco?
«Dopo due anni. In questo caso, giocavo a Tavagnacco, si fa male la punta. Lo sostituisco ed in una stagione segno 47 gol».
Ora il tuo ruolo preferito qual è?
«L’attaccante, senza dubbio. Segnare mi piace troppo, ma per dare una mano alla squadra gioco volentieri dove serve».
Ricevendo anche complimenti importanti.
«Il mio ex mister Enzo Zearo, un grande, alla fine della partita con il Cedarchis si è avvicinato manifestando tutta la sua sorpresa per la mia prestazione».
Perché non hai subito detto a Carnelutti delle tue attitudini fra i pali?
«Venivo da 4 gol in 5 partite e davanti di attaccanti ce n’erano pochi. Ora con Radolli e Squecco disponibili le cose sono cambiate, tanto che anche un bomber come Schiratti si sacrifica nel ruolo di libero».
Fisicamente sei l’opposto, ma il tuo stile possiamo definirlo “alla Garella”.
«Assolutamente sì! Mi viene facile parare con i piedi, una caratteristica che ho sempre avuto ed accentuatasi dopo tanti anni come giocatore di movimento».
Ora ti prepari in maniera diversa durante la settimana
«Assieme a Simone Carnelutti, il figlio del mister, sto cercando di ricordare gli allenamenti che effettuavo da ragazzino. Qualche suggerimento me lo offre lui, qualcuno lo dò io, molto si inventa… Di certo ci divertiamo».
Si salva Il Castello?
«Sicuramente».
Ottimista forte, è?
«Se non lo fossi starei a casa invece di andare a giocare. Lotteremo fino alla fine, se poi gli altri saranno stati più bravi accetteremo il verdetto con serenità».

(dal Gazzettino)

5 Comments

  • Posted 11 Settembre 2012 15:22 0Likes
    by Patrick

    Caro Fabio, non ti conosco ma anche a me quest’anno è successo qualcosa di simile: infatti, da punta, mi è capitato di giocare alcune partite in porta a causa di infortuni e/o indisponibilità dei portieri…
    Il Carnico è anche questo…..

  • Posted 11 Settembre 2012 17:33 0Likes
    by cristy

    una grande persona dentro e fuori il campo…urlasse meno in campo sarebbe chiedergli troppo …quindi va bene così ..bravo ciatte

  • Posted 11 Settembre 2012 18:43 0Likes
    by thomas tonello

    grande fabio!!!

  • Posted 11 Settembre 2012 22:18 0Likes
    by Giorgis Federico

    Ciatte è semplicemente un gran centroavanti!! Dubbi sulla sua posizione in campo non ce ne saranno mai!! Ovviamente è in grado anche di fare il portiere… ed è in grado di farlo sicuramente meglio di tanti altri!! Sono orgoglioso di conoscerlo. Un ragazzo Genuino, onesto e leale. Spero tu possa lottare fino alla fine assieme al tuo castello per il vostro obbiettivo…. sai cucciolo non capita spesso di vedere in campo giocatori che lottano per un obbiettivo, ma soprattutto che lottano fino alla fine!! Ancora tanti complimenti per quello che stai facendo.. Mandi biel.. Ps: auguro una pronta guarigione ai due portieri infortunati…..

  • Posted 12 Settembre 2012 13:51 0Likes
    by Fabio zampa (cjate)

    Volevo ringraziare tutti coloro che in questi giorni mi hanno fatto i complimenti …volevo ringraziare bruno per l intervista..e grazie a Federico giorgis per il bellissimo messaggio, sono davvero felice che nel calcio e al giorno d oggi si possano trovare ancora persone fantastiche ma sopratutto amici veri come lui…grande fede..P.s dopo tanti anni non hai ancora imparato come si scrive cjate:-):-):-)

Comments are closed.

Subtitle

Per la tua pubblicità

Some description text for this item

Subtitle

Approfondimenti

Some description text for this item

Subtitle

TECHNICAL PARTNER

Some description text for this item

Ufficio PubblicitàRadio Studio Nord e-mail: spot@rsn.itT +39 0433 40690
Redazione Radio Studio Nord e-mail: carnico@rsn.it
Link Utili FIGC Tolmezzo
Precedenti Stagioni 2018 2017 2016 Altre edizioni