CARNICO, MA QUANTO MI COSTI?

Riceviamo da un calciatore del campionato Carnico alcune considerazioni sul nostro campionato, alla luce degli importi per l’iscrizione a campionato e Coppa Carnia. Il calciatore è uno di quelli “storici” del Carnico e ha avuto modo di vedere l’evoluzione ( o involuzione?) della manifestazione. Lo stesso ha chiesto alla redazione di poter mantenere l’anonimato e la richiesta è stata per la forma corretta e mai offensiva delle proprie espressioni. Speriamo che da quanto pubblicato possa nascere un confronto serio e costruttivo, magari anche con il coinvolgimento del Comitato, ai componenti del quale, naturalmente, è concesso il diritto di replica.

Lo scorso 23 Febbraio mi ritrovo presso la sala del Centro Sociale di Villa Santina, per una manifestazione, assieme a, credo, tutte le società del campionato Carnico; dopo qualche scambio di convenevoli saluti, con qualche dirigente con cui condivido una certa confidenza, mi ritrovo a parlare di iscrizione al campionato, di assicurazioni di atleti e dirigenti e di estratti conto presso il nostro Comitato. Snocciolando un po’ la questione emergono delle chiare contrarietà che stranamente in osteria o a quattrocchi danno molto fastidio, ma quando bisogna manifestarle nelle sedi opportune ed a chi di dovere, rimangono rigorosamente celate sotto il tappeto. Riflessioni a denti stretti: lo scorso anno con € 2500.00 ci si iscriveva al campionato e Coppa Carnia. Quest’anno ce ne vogliono 4500,00 … (da valutare ciascuno a casa propria in base ai propri tesserati). In questa cifra vi è compresa la quota assicurativa per gli atleti ed i dirigenti. – Sorge spontanea una domanda, ma gli anni scorsi allora … (non sono dirigente e chiedo scusa se non conosco l’iter gestionale delle società riguardante gli scorsi anni e quello nuovo), ma la cosa mi fa riflettere. Ci apprestiamo ad iniziare una nuova stagione che partirà con la preparazione nel corso di questo mese di marzo 2013, e ci ritroviamo a pagare un’iscrizione che comprende una grossa quota assicurativa per atleti e dirigenti, ma vi sembra normale che tale quota debba assicurare i tesserati al giugno 2012? In pratica, quelli che hanno partecipato allo scorso campionato! E non quelli che partecipano a quello che va ad incominciare! E non venite a dirmi che la stagione calcistica del Carnico fa riferimento alla stagione 2012 perché mi sa tanto di presa in giro, non si è mai sentito … Ogni quota assicurativa copre dalla data di scadenza fino alla stessa data dell’anno successivo e non a quello precedente, per il quale non sussiste alcun rischio. Comunque sono io che pago e se mi è concesso decido io per quali e quanti atleti e dirigenti pagare l’assicurazione: il fatto di obbligare le società a versare in base ai tesserati del giugno 2012 senza nemmeno avvisare per tempo gli interessati, quando sarebbe stato opportuno chiederne a priori il parere, definirne i termini e permettere alla società di adeguarsi alle nuove disposizioni, non presentare il conto prima di versare la minestra e servirla in tavola. In riferimento ai conti correnti gestiti dalla federazione ed intestati alle Società, dico che a casa mia ogni spesa viene definita e valutata prima di essere effettuata, e non esce dalla calza della befana a fine anno solare. Si definisce un’esigenza, la si quantifica, si valuta la reale utilità e se il prezzo è equo, a questo punto si sostiene la spesa. Mentre col conto in federazione ci si ritrova regolarmente con delle somme a debito giustificate con voci al quanto generiche. Un esempio: Giroconto Soc. Pas. Per Apert. Esrc.; Add. Liste svincolo; Addebito recupero parz. Spese ced.; Spese Postali anticipo € 30,00; Add. Spese telefoniche anticipo € 20,00. Nemmeno dovessero chiamare i giocatori, dirigenti e spettatori uno a uno. Se mandassero un SMS … Suggerimento: con Skype si spende meno.
Comunque prima di addebitare delle spese sarebbe opportuno, comunicarne la consistenza, quindi chiederne l’intenzione di sostenerla ed infine approvare l’addebito da parte di chi mette i soldi!
Mi risulta inoltre che da estratto conto al 31/12/2012 eseguito in via telematica a molte società risultava una somma, mentre quello consegnato a mano alla stessa data risultava un’altra cifra diversa (sempre superiore …) Va beh, già che siamo sotto le feste e bisogna essere + buoni, e poi ci sono i fuochi d’artificio, la calza della befana, a pensar male si fa peccato … Comunque un balocco a tutte le autorità presenti non manca mai …, se no che figura ci facciamo, siamo i soliti “çjargnei” . Quando arriva il forestiero sempre il tappeto rosso, fra noi sempre solo tanta invidia, comunque mai uniti neanche per il bene comune e per difendere la nostra specificità. Il nostro è un campionato anomalo e non può sottostare a prescindere a tutte quelle che sono le norme dei normali campionati, soprattutto per quanto riguarda le scadenze, perché i nostri Tempi tecnici non coincidono con quelli dei campionati normali, altrimenti a cosa serve un Comitato di Tolmezzo. Devono soltanto definire delle date che rispecchino il nostro calendario. Come già detto non sono un dirigente, probabilmente avrò frainteso qualcosa e sinceramente lo spero, perché con questo quadro le prospettive per il Carnico non sono certo rosee, faccio un augurio a tutti i dirigenti delle società che il loro impegno sia gratificato, anche se secondo me la strada imboccata negli ultimi anni porta inequivocabilmente in una direzione. Personalmente col 2012 traccio una bella riga e chiudo la mia esperienza con tutto ciò che riguarda questa manifestazione, sperando che tra qualche lustro il Carnico non si riduca ad un torneo notturno triangolare con tre partite da 45’ l’una da disputarsi rigorosamente al Campo dei Pini di Villa Santina nella settimana di ferragosto. Un affettuoso saluto, spero di non essere troppo pessimista, ma per piccole società sono tanti soldi e se non ci sono alle spalle Amministrazioni sensibili o qualche magnate che vuole investire nel suo giocattolo per emergere nel nostro piccolo universo, le cose si fanno veramente dure.

44 Comments

  • Posted 8 Marzo 2013 16:44 0Likes
    by Goi Daniele

    Sono completamente vicino alla persona anonima di tale commento, sebbene purtroppo non ne posso conoscere il nome.
    MA Bisogna ancora nascondersi dietro queste grandi verità per paura o per andare controcorrente? sebbene controcorrente mi pare sia la corrente stessa…..gridiamolo invece a voce alta!!!
    Ben vengano commenti, riflessioni, critiche oserei dire DENUNCE (non mi pare azzardata tale parola) verso queste cose.
    Sebbene sia solo un allenatore sono perfettamente al corrente dei costi di sui sopra, e vedo ogni giorno i sacrifici che i dirigenti sono obbligati a fare….
    Spero solamente qualcuno si ravveda seriamente su tali inopportuni e ingiustificati aumenti/metodi di calcolo delle iscrizioni…..se non vogliamo proprio infliggere una ferita inguaribile a un movimento già rantolante……..
    Non molto tempo fa mi pareva di accennare ad una diminuazione delle iscrizioni sia al campionato carnico, sia alla Coppa Carnia, e le voci che mi giungono spero veramente non siano vere…….(verificate quante squadre quest’anno non si sono iscritte alla Coppa Carnia)…
    Non fosse così mi pare inevitabile o la fine di molti o il distacco e l’avvicinamento di molte società verso nuove forme associative (amatori/creazione di una nuova Lega…..o altro).
    Dico solo per finire che un Ente, un’associazione….una Federazione dovrebbe essere al servizio dei propri tesserati…..non viceversa.
    Un buon campionato e Coppa Carnia a tutti, specialmente a quelli che vi possono prenderne parte.

  • Posted 8 Marzo 2013 18:10 0Likes
    by Igor Cucchiaro

    Cito una frase del discordo: “Snocciolando un po’ la questione emergono delle chiare contrarietà che stranamente in osteria o a quattrocchi danno molto fastidio, ma quando bisogna manifestarle nelle sedi opportune ed a chi di dovere, rimangono rigorosamente celate sotto il tappeto.”

    Con tutto il rispetto, il fatto di manifestarle in un sito (seppur di dominio pubblico) e coperto dall’anonimato, non cambia di molto.

    Non ne sono al corrente ma credo che il Comitato di Tolmezzo abbia giustificato tale aumento delle iscrizioni

  • Posted 8 Marzo 2013 18:46 0Likes
    by Daniele Kravanja

    Non so chi abbia scritto il commento. Comunque sono perfettamente d’accordo con quanto sostiene quella persona. Pian piano, continuando così, vedremo il CARNICO morire dopo anni di agonia. Certo che da Gianni mi aspettavo qualcosa di meglio…. Vabbe’

  • Posted 9 Marzo 2013 09:53 0Likes
    by Loris Missana

    Sarebbe interessante sapere da cosa dipende un aumento così cospicuo della quota d’iscrizione (quasi il 100%), e qui è solo la federazione che può rispondere.
    Speriamo lo faccia con onestà e precisione (inteso come risposta, sia chiaro – non sono il personaggio da mettere in dubbio l’onestà altrui).
    Maman

  • Posted 9 Marzo 2013 17:31 0Likes
    by diegodorotea

    #Loris Missana
    L’aumento quasi del 100% è dovuto al fatto che, come spiegava l’anonimo dell’articolo, quest’anno è stato inserito l’obbligo di pagare una quota assicurativa per ogni tesserato della società (si intende tesserato chi non rientra più nel cosiddetto SGS, settore giovanile e scolastivo, ovvero i tesserati che hanno compiuto il 16° anno di età) e nello specifico questa quota corrisponde a 31€.

    Per quanto riguarda il mio modesto punto di vista volevo aggiungere alcune cose.
    Ad onor del vero, durante una riunione delle società, se non ricordo male del mese di giugno, la Federazione aveva anticipato ai presenti dell’inserimento di questa quota a partire dalla prossima stagione (cioè quella che sta per iniziare), suggerendo a chi avesse in organico tesserati che ormai non facevano più parte “attiva” della società(come ad esempio tesserati “avanti con gli anni” che adesso giocano negli amatori LCFC o ragazzi tesserati a titolo definitivo che non hanno continuato), di svincolarli alla prima occasione utile proprio perchè in caso contrario sarebbero stati conteggiati in questa quota.
    Peccato però che la prima data utile per svincolare questi tesserati fosse il 1° Luglio mentre la data di riferimento per calcolare il totale degli assicurati era il 30 giugno…una bella fregatura direi, soprattutto visto che nel periodo in cui erano aperti gli svincoli, la nostra società (per fare un esempio) ha svincolato ben 14 tesserati che moltiplicati per 31 fanno 434 €…ripeto: quattrocentotrentaquatto euro, non 50 €.
    Detto questo le domande che sorgono quasi spontanee sono:
    – Al 30/06/13, veranno conteggiati i tesserati reali delle società e rimborsate le quote assicurative pagate in più?
    – Visto il momento difficile dell’economia, che nel nostro piccolo incide con il fatto che è sempre più difficile trovare le varie aziende che ti danno qualcosa a titolo di sponsorizzazione o pubblicità, e visto soprattutto che la esosa quota d’iscrizione (ho sentito di certe società che hanno dovuto pagare anche 5mila € e più) viene chiesta a fine febbraio/inizio marzo ovvero quando le casse delle società piangono, è tanto difficile ipotizzare un pagamento dilazionato, magari chiedendo metà importo al momento dell’iscrizione e l’altra metà entro il 30/06, quando tra sponsor e incassi-partite magari le società hanno più disponibilità economica?

    Mi scuso se per alcuni sono risultato così prolisso ma in attesa della prossima riunione delle Società volevo mettere in evidenza alcune assurdità che, a mio parere, se non verranno riviste porteranno ad una rapida diminuzione delle squadre iscritte al nostro amato campionato.

    Diego Dorotea
    A.S.D. MOBILIERI SUTRIO

  • Posted 10 Marzo 2013 16:57 0Likes
    by puntel michele

    e se le società si accordassero per formare una nuova lega?sarebbe fattibile?mi sembra che la figc stia un pochino esagerando e a tirare troppo la corda….

  • Posted 10 Marzo 2013 20:24 0Likes
    by loris di giorgio

    Una domanda sorge spontanea … perchè tutte le società non fanno l’iscrizione al campionato carnico??? Forse a questo punto sarà qualcun altro che dovrà farsi delle domande!! E con questo non significa non svolgere attività in particolare per i più giovani ma con un po di buona volontà da parte si darebbe un forte segnale alla stanza dei “bottoni”.

  • Posted 10 Marzo 2013 20:28 0Likes
    by moreno

    Ritengo vergognoso quanto fatto dalla Federazione e si vede che tantissime squadre (quasi la metà) in segno di protesta non si sono iscritte alla coppa carnia. Stiamo arrivando alla frutta, il carnico è alla fine, questo tocca dirlo con rammarico, ma pensate voi dove le società possono pescare soldi in questo momento, per poter mantenere la società nel carnico. Non vi è la sola iscrizione, vi sono le visite, l’abbigliamento, il campo ecc. Spero che la Federazione faccia un pensierino e prenda dei provvedimenti per aiutare questo campionato a vivere ancora per molti anni.

  • Posted 11 Marzo 2013 11:59 0Likes
    by Sergio

    La butto lì, quasi come provocazione, con l’intento di far nascere un interessante dibattito in merito: e se tutte le squadre del Carnico si accordassero per iscriversi al campionato carnico amatori LCFC?
    Secondo me ci sono innanzitutto due grossi vantaggi:
    – un risparmio decisamente congruo dal punto di vista economico;
    – la libertà di poter scegliere quando giocare, quindi più nessuna polemica sul fatto che il Carnico debba essere giocato di sabato o di domenica: saranno le società di casa a decidere;

    Se ci pensate bene, il Carnico FIGC è un campionato a sè stante (oserei dire quasi un “torneo estivo esteso a 40 squadre”), quindi disputarlo con la FIGC o con la LCFC non fa molta differenza.
    E’ chiaro che deve essere una scelta condivisa da tutte le società del Carnico.

  • Posted 11 Marzo 2013 15:32 0Likes
    by CRISTY

    da tifosa sono scandalizzata , a vedere certe cifre…siamo in piena crisi..e invece di aiutare la montagna e i suoi abitanti a godersi l’estate sui campi carnci…la federazione che fà?? aumenta le iscrizioni..e facendo in modo che alcune squadre adiruttura per vari debiti ooooooo per mancanza di sponsor, non si siano nemmeno iscritti quest’anno..la mia domanda è se oggi 2013 mancano alcune squadre nel 2014 come sarà???..VERGOGNA

  • Posted 11 Marzo 2013 17:06 0Likes
    by roby Sei

    Scusate la domanda poco inerente a tale argomento, ma sapreste dirmi circa la data di “partenza” di questo Campionato Carnico 2013? Grazie in anticipo e, naturalmente, buon carnico a tutti.

  • Posted 11 Marzo 2013 19:01 0Likes
    by Massimo Di Centa

    Una data certa al momento non c’è, ma si dovrebbe partire la prima domenica di maggio.

  • Posted 12 Marzo 2013 18:30 0Likes
    by salomone

    una domanda che non è stata fatta ma che reputo interessante :la “quota assicurativa per ogni tesserato della società ” di euro 31 A COSA DA DIRITTO? vorrei cioè capire con quei 31 euro che garanzie assicurative vengono date ai tesserati che prima non venivano erogate ( se cosi era ) e inoltre , chiedo ai dirigenti delle formazioni del carnico , negli anni passati le squadre assicuravano i propri tesserati ? , casi di persone che si infortunano pesantemente ce ne sono ogni anno , come ci si premuniva prima ? ci si premuniva ? grazie a chi mi darà delucidazioni

  • Posted 14 Marzo 2013 20:33 0Likes
    by Maurizio Mesaglio

    @9 Sergio: Da appartenente alla LCFC, si finirebbe per avere due mentalità completamente diverse.
    Da un lato quelli che già giocano nel Carnico Amatori, che si allenano magari una volta alla settimana, che a fine gara fanno una grigliata ecc. Dall’altro giocatori abituati a 2 o tre allenamenti settimanali, inseriti in società e squadre di struttura completamente diversa, con seguiti e obiettivi assolutamente più ” agonistici “. Oltretutto, uscendo dalla FIGC, le squadre si vedrebbero svincolati tuttui gli atleti e anche le squadre dei campionati invernali FIGC verrebbero sicuramente a pescare in Carnia rendendo così difficile completare gli organici di tutti.
    Tieni anche presente che ci sono casi in cui giocatori fanno entrambi i campionati, LCFC e FIGC.
    Senza contare che potrebbe anche scatenarsi un vero “mercato” sottobanco per accapararsi i migliori.

  • Posted 15 Marzo 2013 08:07 0Likes
    by Daniele

    Purtroppo il destino è segnato, arriveremo ad una sola categoria, tra costi e giovani che non ci sono (o preferiscono il fancazzismo agonistico degli amatori) prima o poi il respiratore dovrá essere staccato a molte societá. Possiamo raccontarcela come vogliamo, ma le condizioni iniziano a mancare…

  • Posted 15 Marzo 2013 12:19 0Likes
    by alessandro tommasi

    Sono d’accordo con Sergio e direi inoltre che ormai la differenza tecnico/agonistica tra i 2 campionati è quasi impalpabile!!

  • Posted 15 Marzo 2013 12:54 0Likes
    by Sergio

    @ Maurizio Mesaglio (post n. 14)
    Sono d’accordo con te che le mentalità sarebbero diverse, però tu sicuramente sai che in questi ultimi anni stanno aumentando le squadre iscritte ai campionati LCFC e c’è anche maggior attenzione e impegno da parte dei cosiddetti “amatori”. Prendiamo come esempio le squadre della categoria “eccellenza” del collinare di calcio a 11: sono ottime squadre! potrebbero tranquillamente giocarsela con le squadre di prima o seconda categoria del Carnico FIGC. E ti posso garantire che hanno anche loro obiettivi agonistici (la voglia di vincere e di impegnarsi seriamente non gli manca assolutamente 🙂 ). Io noto inoltre un netto miglioramento anche organizzativo nelle squadre appartenenti alla LCFC (allenamenti, convocazioni, etc…), per cui non vedo questo ostacolo insormontabile. Certo, ci vorrà del tempo, però le premesse mi sembrano buone.
    Il problema potrebbe effettivamente essere rappresentato dall’eccessiva libertà che i giocatori avrebbero
    in materia di tesseramenti (in FIGC, infatti, sono le società che detengono i cartellini dei giocatori, i quali sottostanno alle decisioni delle società medesime, a meno che non ottengano lo svincolo, e comunque solo dopo aver compiuto i 25 anni di età; in LCFC, invece, sono i giocatori che decidono, anno per anno, dove giocare): a quel punto le squadre non riuscirebbero più a creare progetti sicuri a medio-lungo termine. Fatto sta che se andiamo avanti così le squadre nel Carnico FIGC diminuiranno sempre più: i costi oramai quasi insormontabili e le difficoltà di reperire soprattutto giovani leve sono problemi di non poco conto.

  • Posted 15 Marzo 2013 13:52 0Likes
    by tifoso san pietro

    ce la facciamo? posso sapere, per favore, quando verranno fatti i calendari e i gironi di Coppa? grazie

  • Posted 15 Marzo 2013 17:22 0Likes
    by Massimo Di Centa

    Non ci sono date ufficiali.

  • Posted 15 Marzo 2013 21:16 0Likes
    by moreno

    Massimo Di Centa
    posso chiederti se è possibile leggere un articolo sulla rappresentativa carnica che sta effettuando la preparazione, così facciamo conoscere le persone che lavorano, le scelte fatte ed latro, grazie.-

  • Posted 16 Marzo 2013 09:53 0Likes
    by Maurizio Mesaglio

    @17, Sergio: sicuramente il range tecnico ed agonistico LCFC non ha molto da invidiare a molte squadre FIGC. Il problema del vincolo è sicuramente insormontabile perché il principio della Lega è che il giocatore sia libero dopo ogni torneo o campionato disputato, non dopo ogni anno o stagione. (es: Mario Rossi può fare il campionato con A e la coppa con B, nello stesso anno solare o stagione agonistica) Di buono ci sarebbe che, per esempio, non ci sarebbe l’obbligo, che trovo assurdo nel carnico, del giovane. In più i minori costi della LCFC potrebbero dar luogo a campionati giovanili con più squadre, posto che si potrebbero organizzare anche quelli sotto la stessa Lega.
    Tornando a bomba, continuo a pensare che il problema sarà proprio il vincolo, che molti, a mio modesto parere, non vogliono sia eliminato per poter tenere stretto il parco giocatori.
    Prova ne sia il problema sorto con i conteggi dei tesserati per la tassa di cui si parla nei commenti. Logica vorrebbe che se uno non gioca più con me lo cancello…. invece ci si è pensato solo al momento che è stata toccata la tasca.

  • Posted 16 Marzo 2013 09:56 0Likes
    by Maurizio Mesaglio

    @15 Daniele: una domanda: mi spieghi il concetto di fancazzismo agonistico? Poi giocare negli amatori o nella FIGC, a mio modesto parere, si chiama solo ” libertà di scelta” su cui ognuno ragiona, e nessuno al mondo può discutere su questo, con la sua testa, le sue necessità, la sua voglia ed il suo divertimento. Se fossi un giocatore degli amatori, quasi quasi mi sentirei offeso da un commento così. Sembra quasi che l’esistenza degli amatori ti dia fastidio.

  • Posted 16 Marzo 2013 11:15 0Likes
    by Flavio Cescutti

    E tra i costi delle società, amatoriali e non, vorrei ricordare quelli relativi alle visite per l’idoneità all’attività agonistica. Per 5 minuti effettivi (forse) di visita 40 e più euro mi paiono esagerati. Viceversa, se il costo è congruo, sarebbero graditi chiarimenti.

  • Posted 17 Marzo 2013 14:25 0Likes
    by matteo

    ma scusate! la scorsa stagione il problema principale era quello di mettere delle regole per i giovani che passavano alla LCFC e avevano 19,20,21… anni ora invece pensate di passare alla lega degli “amatori” solo per spendere meno (cosa giusta)! ma mi pare di capire che lo scorso anno la lega LCFC non era ben vista per vari motivi mentre ora con la nuova stagione alle porte si pensa che possa tornare utile!

  • Posted 17 Marzo 2013 18:29 0Likes
    by tomat carlo

    buon giorno io mi chiedo in questo periodo di crisi dove i presidenti troveranno i soldi per iscrizione forse un MIRACOLO. Io con ADM partecipo al campionato over 40 LCFC siamo in 39 giocatori e 6 dirigenti giochiamo 23 partite con assicurazioni e iscrizione il costo euro 1000!! organizzazione LCFC è simile FIGC i costi molto diversi come mai? io vi do la mia proposta invece di fare il CAMPIONATO CARNICO fatto con le regole di TRIESTE lo chiamiamo TORNEO CARNICO e le regole fatte da noi dirigenti CARNICI ciao a tutti KAY

  • Posted 17 Marzo 2013 18:55 0Likes
    by Massimo Di Centa

    Moreno, ho chiesto già la collaborazione ai responsabili. Partiremo con l’inizio dell’attività.

  • Posted 17 Marzo 2013 19:37 0Likes
    by luca

    Caro Kay le regole non le fa Trieste ma la federazione di appartenenza (f.i.g.c.), basta decidere il torneo carnico con quale federazione deve aderire. mandi

  • Posted 18 Marzo 2013 09:17 0Likes
    by William

    Buongiorno, parlando di calcio a 11, in generale (lasciando stare le prime squadre) in Friuli Venezia Giulia ci sono in totale la bellezza di 364 Società.
    Alla LCFC ne appartengono 195 (29 Carnico, 134 Amatori, 32 Over 40), alla FIGC 80 (40 Carnico, 40 Amatori Over 25), al UISP 17 squadre Over 40, Vecchie Glorie 16 Squadre Over 45, al CSI PN 28 Squadre, infine agli Amici del Calcio PN 28 Squadre.
    Il Livello calcistico è più o meno lo stesso ma perchè le varie federazioni non si mettono d’accordo? Creare un Campionato Carnico unico con regole condivise dalle Società e non dalle Federazioni perchè No? I problemi e gli accordi si fanno se serve per ridare fascino al mondo del Calcio Friulano. Sbaglio? Il Carnico potrebbe essere gestito dalla FIGC, mentre gli Amatori FIGC potrebbero passere sotto gestione la LCFC.
    Per quanto riguarda gli Amatori poi la cosa potrebbe essere semplice:
    – Un Campionato stile LCFC per gli esclusi dalle Prime squadre ma Giovani (18 in poi) che senza impegno vogliono continuare con l’attività agonistica;
    – Un Campionato Amatori Over 35;
    – Un Campionato Amatori Over 45;

    E questi 3 Campionati suddivisi ulteriormente a Livello Provinciale Udine, Pordenone, Gorizia-Trieste con Finali Regionali per decretare il Campione; e la Finale del primo Campionato magari coninvolgendo anche con la vincente del Campionato Carnico.
    Potrebbe essere un idea… finalmente guardando più al lato sportivo e quello economico che in questi anni è stato l’unico a vincere…

  • Posted 18 Marzo 2013 13:17 0Likes
    by Maurizio Mesaglio

    Il problema sta in questo. Se invece di ” Campionato” si chiamasse “Torneo” anche la delegazione di Tolmezzo della FIGC avrebbe autonomia per determinare regole ad hoc.
    @ 23 Flavio: visto quello che succede anche a giocatori super visitati … credo che 40 euro, contro un rischio vitale.

  • Posted 18 Marzo 2013 22:09 0Likes
    by Loris Missana

    Il dibattito, come sempre, è vivace, non credo costruttivo in quanto, nonostante i “rincari”, il cento per cento delle compagini si iscriverà al Campionato Carnico (ho avuto sentore che, stante l'”onere” qualcuno diserterà solo la coppa), e come sempre ci saranno i “rimborsi spesa”, magari ai più bravi, magari ai meno bravi, magari ai fuori quota, magari agli allenatori, e via dicendo.
    Tutti parlano di crisi (palese e toccante con mano, e sfido chiunque a non darme atto), di sponsors (qualora presenti) ormai privi di moneta sonante, di autotassazione dei giocatori (che comunque, secondo me, è sacrosanta e dovrebbe essere educata, ai ragazzi a partire dall’asilo), ma alla fine della fiera nulla cambierà (per fortuna o meno).
    Come sempre, e leggendo i commenti via via postati, ci vorrebbe una prova di forza, una grandissima prova di dissenso e di protesta; ma la storia insegna: armiamoci e partite.
    La genuinità del nostro giocattolo è stato rovinato da troppi fattori; in primis tutti i soldi che per anni sono circolati nelle alte sfere, quei soldi che ora (non essendoci più) rischiano di fare morire una realtà culturale probabilmente unica.
    Mi fermo qui, la mia opinione è come il due di bastoni con in tavola spade.
    Maman

  • Posted 18 Marzo 2013 23:29 0Likes
    by Maurizio Mesaglio

    @28 William: visto che io sono in LCFC quasi dalla nascita, ti posso dire che sarà una cosa impossibile che gli amatori passino tutti sotto la LCFC perchè il campionato FIGC è nato da alcuni ex tesserati che non condividevano l’impostazione della Lega. Il secondo motivo per cui la tua idea, bella come una chimera, è irrealizzabile è che anche gli enti di promozione sportiva hanno bisogno di tesserati, di introiti ecc. Quindi non hanno interesse a cedere attività. Oltretutto hai dimenticato tutta l’attività amatoriale ” sommersa “, organizzata in casa, con arbitri improvvisati o ex arbitri che non appartengono ad organizzazioni … come vedi il discorso è molto più complesso di quanto sembra, infine le squadre amatoriali si formano fra persone in amicizia o, quantomeno che si conoscono. Fare attività con limiti di età come quelli da te proposti significherebbe per molte compagini, impossibilità di fare la squadra. Per quanto riguarda l’età, sarebbe incostituzionale escludere una persona dall’attività, indicandone una minima e sarebbe, soprattutto, contro i principi della LCFC.

  • Posted 18 Marzo 2013 23:37 0Likes
    by Maurizio Mesaglio

    @25 Tomat Carlo: una voce sono i costi arbitrali. Un arbitro regionale FIGC per la trasferta, prende da 27 a 200 euro. Un arbitro LCFC al massimo, non supera i 50 euro. Senza contare che gran parte degli operatori LCFC sono volontari, mentre nelle Federazioni ogni attività ha un gettone.

  • Posted 19 Marzo 2013 19:33 0Likes
    by Daniele

    @22 Per Maurizio Mesaglio.
    lungi da me obiettare la libera scelta, ciò non toglie che di agonistico c’è poco (tolta la partita del sabato o lunedì), di allenante ancora meno, di impegnativo non ne parliamo. Al termine fancazzismo associo il concetto di poca voglia di lavorare ed impegnarsi, laddove per lavorare ed impegnarsi intendo la frequenza del campo e dell’atività sportiva. Certamente non mi riferisco ad aspetti organizzativi, logistici etc.. Per chiarire quindi la mia espressione in modo ancora più esaustivo, mi sono preso la libertà di definire chi ha poca voglia di lavorare sul campo e di impegnarsi con continuità anche durante gli allenamenti, come un fancazzista dell’agonismo. Nessuno scandalo.. niente di offensivo o di sorprendente, una sorta di presa d’atto. Per continuare a non offendere nessuno, l’unica cosa degli amatori che trovo sconsolante e non fastidiosa (dal momento che la citi nella tua richiesta di chiarimeno) è il confronto sul campo di troppo giovani fancazzisti dell’agonismo, a confronto con troppo vecchi ex-agonisti. Poca importanza qual’è la sigla sotto cui si scontrano. Sperando sia chiaro che si tratta solo di un’opinione ed auspicando si trovi una proposta che soddisfi tutti, buon Torneo o Campionato.

  • Posted 19 Marzo 2013 20:52 0Likes
    by Flavio Cescutti

    @ 29 Maurizio: quindi considerato che il rischio è “vitale” uno specialista potrebbe allora esigere da 1€ (simbolico) a +∞ (di questo passo…), a propria discrezione?!?

  • Posted 21 Marzo 2013 21:47 0Likes
    by Loris Missana

    Egregio signor Daniele (post n° 33):
    – probabilmente la S.V. non ha mai assistito ad un incontro di Carnico Amatori;
    – probabilmente la S.V. non sa che tante squadre di Carnico Amatori disputano anche due allenamenti alla settimana la cui intensità potrebbe fare invidia alle squadre del Carnico F.I.G.C.;
    – probabilmente la S.V. non conosce l’impegno che molta gente ci mette (senza tirare in ballo ore di lavoro lasciate per strada, affetti trascurati, soldini rimessi di tasca, guerre infinite con i poveri arbitri, rabbie a iosa…) per qualcosa che Lei definisce “fancazzismo agonistico”.
    I ragazzi che alleno io, in prima categoria del Carnico Amatori, e coloro che ho allenato in altra compagine dello stesso campionato, ci mettevano, ci mettono e ci metteranno l’anima sia durante gli allenamenti che durante le dispute ufficiali, perchè appassionati dello sport che vogliono praticare ma che nessuno obbliga loro fare (e soprattutto a “zero lire”).
    Quindi, per cortesia, evitiamo di scrivere turpiloqui solo per sentito dire; partite tipo scapoli-ammogliati difficilmente se ne vedono ancora, ammesso e non concesso che l’idea che la S.V. ha del Carnico Amatori sia proprio di dispute del genere.
    Senza rancore.

  • Posted 25 Marzo 2013 10:02 0Likes
    by Maurizio Mesaglio

    @ 34 Flavio … No, ci mancherebbe. Trovo semplicemente corretto il costo attuale, che non deve però subire ritocchi, come tetto massimo, a fronte della maggior tranquillità e sicurezza possibili che, comunque, come già troppe volte abbiamo visto, non è sempre sufficiente.

  • Posted 25 Marzo 2013 19:02 0Likes
    by Daniele Kravanja

    …Quante chiacchiere fine a se stesse. Non so quanti, di coloro che commentano, aprono il portafoglio in prima persona. Facile, facile parlare….

  • Posted 26 Marzo 2013 18:49 0Likes
    by Maurizio Mesaglio

    @37 Daniele Kravanja: mi sono permesso la valutazione perchè io mi pago visita, scarpe ecc. 🙂

  • Posted 27 Marzo 2013 14:18 0Likes
    by Loris Missana

    Per Mesaglio (mi scusi, signor arbitro Mesaglio 😀 ) e il signor Kravajia:
    io mi sono permesso perchè sono anni che mi faccio il fondo schiena in giro per i campi della Carnia, per un motivo o per un altro, e lo farò ancora, nonostante tutto.

  • Posted 28 Marzo 2013 10:30 0Likes
    by Raffaele

    State facendo morire uno dei campionati dilettantistici più belli per spirito di aggregazione…..
    Dico solo una cosa, VERGOGNA….. Abbiate un pò di rispetto per chi, tra la fine di una stagione e l’inizio della successiva, si fa in quattro per trovare qualche spicciolo per iscrizioni e quant’altro…..

  • Posted 29 Marzo 2013 13:49 0Likes
    by CRISTY

    Si sa qualcosa dei calendari di coppa e campionato di quest’anno? Grazie.

  • Posted 29 Marzo 2013 14:21 0Likes
    by Massimo Di Centa

    Ancora no.

  • Posted 30 Marzo 2013 12:48 0Likes
    by CRISTY

    scusami massimo ..chiamala polemica chiamala come meglio credi..ma è scandaloso che da metà febbraio nemmeno comunicato non si sappia nulla del coppa e del campionato l’anno scorso erano in ritardo ma quest’anno è un’esagerazione..ma che fanno in federazione ….che brutto però già molte squadre non faranno la coppa ..tra crisi e poco interesse quà finiamo per chiudere tutto ….

  • Posted 30 Marzo 2013 19:51 0Likes
    by Massimo Di Centa

    Non so cosa dirti, Cristina. Il Comitato di Tolmezzo, ultimamente, non è mai troppo puntuale…

Comments are closed.

Subtitle

Per la tua pubblicità

Some description text for this item

Subtitle

Approfondimenti

Some description text for this item

Subtitle

TECHNICAL PARTNER

Some description text for this item

Ufficio PubblicitàRadio Studio Nord e-mail: spot@rsn.itT +39 0433 40690
Redazione Radio Studio Nord e-mail: carnico@rsn.it
Link Utili FIGC Tolmezzo
Precedenti Stagioni 2018 2017 2016 Altre edizioni