RESPINTI I RICORSI DI RAPID E CERCIVENTO

Gil Tessitori, una squalifica che indigna
Gil Tessitori, una squalifica che indigna

La commissione disciplinare ha respinto il ricorso del RAPID avverso lo 0-3 a tavolino nella partita con Il Castello (finita 1-1 sul campo) a causa di un errore dell’arbitro, che ha trascritto erroneamente una sostituzione facendo risultare che il Rapid avesse giocato qualche minuto senza “giovane”.
L’arbitro nel supplemento di rapporto ha confermato quanto riportato nel referto.
Il Rapid paga il fatto di aver firmato il rapportino di fine gare nonostante non ci fossero le indicazioni delle sostituzioni.
Inutile anche quello che viene definito “l’ottimo fair play” de Il Castello, che ha espresso per iscritto la propria adesione al reclamo del Rapid.
Una sconfitta del buonsenso.

*CERCIVENTO. Respinto anche il ricorso avverso la squalifica di dieci giornate per insulti razziali nei confronti dell’arbitro al capitano Devid Morassi e di otto mesi al “presunto” allenatore Gilberto Tessitori.
Lo scambio di persona di quest’ultimo con il vero mister della squadra, il presidente Stefano Morassi (lui sì espulso, al contrario di Tessitori), è stato inutilmente spiegato dallo stesso Morassi Sr, il quale comunque ha negato di aver espresso insulti per razza o colore.
Anche in questo caso il rapportino di fine gara ha contato molto: infatti un dirigente del Cercivento lo ha firmato pur non essendo riportata la sostituzione di Tessitori, che l’ultima parte dell’incontro l’ha invece giocata, come ha confermato anche un giornalista presente sul posto.
Un bel pasticcio, insomma, che vede una persona perbene come “Gil” Tessitori pagare ingiustamente una pena pesante, non solo sportiva.
Una sconfitta del buonsenso/2.

Bruno TAVOSANIS (dal Gazzettino)

48 Comments

  • Posted 20 Agosto 2013 14:28 0Likes
    by Marco

    OOOhhh… finalmente funziona qualcosa in Italia! 🙁 Massima stima per il “Gil”!

  • Posted 20 Agosto 2013 15:04 0Likes
    by stefano

    Vergogna ora lo dico io… Non so se porteremo a termine questo campionato, anche domenica finito la partita in 9 in una partita tranquilla giocata tra le 2 formazioni.. Mercoledì fra squalifiche e turni lavorativi non so se arriviamo in 11…

  • Posted 20 Agosto 2013 20:43 0Likes
    by Dimitri Not

    la speranza è sempre l’ultima a morire, ed io, sempre ottimista, lo sapevo che sarebbe andata a finire così. una classe arbitrale già scadente e decaduta che negli ultimi anni sta dando il peggio di sè, per non creare precedenti non si prende l’onere nè la responsabilità di ammettere un errore grossolano. “Errare humanum est, perseverare autem diabolicum” in questo caso il perseverare si vedrà nel futuro prossimo, ma il non ammettere l’errore personale è la cosa che più dà fastidio. un uomo, una persona, un ragazzo che a vent’anni di età non ammette il suo errore di trascrittura di un numero davanti all’evidenza dei fatti, o è e vuole rimanere ignorante, oppure è stato portato nella direzione di non ammettere il proprio errore. in entrambi i casi l’errore pacchiano avrebbe avuto maggior risalto nella sua ammissione, non nella sua negazione come è avvenuto nel caso del Rapid, squadra nella quale milito fiero da 3 anni a questa parte. concludo il mio intervento augurando ai miei compagni di squadra di giocare fino alla fine di questo campionato onorando la maglia che portiamo, senza problemi esterni che potrebbero deviarci da un obiettivo che è la salvezza nella quale io credo fermamente. mandi a tutti, povero Carnico…….

  • Posted 20 Agosto 2013 22:51 0Likes
    by michele puntel

    io dalla sponda di cercivento sono della stessa idea di Dimitri, solo con la ferma convinzione che non sia ignoranza degli arbitri non ammettere i propri errori ma ci sia qualcuno che li porti nella direzione di non ammetterlo, gli esiti dei ricorsi in questione sono davvero ridicoli e parlano da soli. Federazione, classe arbitrale, commissione disciplinare e balle varie hanno realizzato un vero e proprio AUTOGOL dimostrando che il sistema è gravemente malato e va cambiato altrimenti il carnico andrà morendo piano piano.
    A Stefano dico che il campionato lo porteremo a termine lottando contro tutto e tutti fino all’ultima giornata poi si vedrà il dafarsi e volevo dire anche che GIL Tessitori non si merita tutto questo ma a chi stà in ALTO evidentemente non gliene può fregar di meno visto la decisione che hanno preso.

  • Posted 21 Agosto 2013 01:15 0Likes
    by lodo

    e da molto tempo che dico che il sistema e malato ,la federazione conta come il 2 di coppe quando regna bastoni ,i dirigenti AIA si vede domenica dopo domenica i personaggi che mandano in giro a far danni , le commissioni disciplinari servono solo a spillar soldi caso mai le societa non ne avessero gia spesi abbastanza quest’anno (leggi assicurazioni retrattive sui propri tesserati ) la colpa e dei dirigenti che firmano senza chiedere spiegazioni e comunque non ritratterebbero neanche in quel caso ce altro da aggiungere ? . al RAPID e al CERCIVENTO un in bocca al lupo , non mollate , dimenticavo un plauso al CASTELLO ( occhio hai personaggi da adesso )

  • Posted 21 Agosto 2013 06:58 0Likes
    by elmatdidarte

    Come si suol dire, per non farla lunga. si usa la testa solo per pettinarla al mattino (e forse manco quello) RIDICOLI

  • Posted 21 Agosto 2013 10:28 0Likes
    by tita

    Abbiamo presidente e delegata regionale figc che hanno preso i voti di tutte le società del carnico, cosa vogliamo di più….

  • Posted 21 Agosto 2013 10:30 0Likes
    by Gil Tessitori

    Essere diffamato per colpe non proprie ferisce mortalmente la mia passione per il cacio,la conferma della squalifica pero’ mette in luce un fatto decisamente molto piu’ grave e cioe’ l’assenza totale degli organi “istituzionali”(pagati dalle societa’)che dovrebbero tutelare o perlomeno dare la possibilita’ ai tesserati di esporre le proprie ragioni.Mi sono reso conto che il dialogo con un civile confronto non fa parte delle “regole”.Solidarieta’ agli amici del Rapid e vergogna personale di essere un tesserato F.G.C.I.

  • Posted 21 Agosto 2013 16:16 0Likes
    by tommaso

    il rapportino non conta niente per la società anche se firmato dal arbitro. conta solo per l’arbitro. se l’arbitro conferma non c’è niente da fare. la giustizia sportiva non esiste. uno dei componenti della commissione è un capo degli arbitri! invece i capi della figc regionale dovevano intervenire sul giornale a tutela dei tesserati, quelli che gli danno il voto. l’arbitro ha sempre ragione per regolamento. ma in realtà ce l’ha sempre??? perché da trieste non rispondono a questa semplice domanda?

  • Posted 21 Agosto 2013 17:18 0Likes
    by stefano

    hai ragione Tommaso.. si a tutela dell’arbitro cera un suo capo… a tutelare NOI NESSUNO. . dalla
    F.I.G.C solo PAROLE !!! L’A.S.D CERCIVENTO il prossimo anno giochera’ nel campionato amatori.. SIAMO STUFI di PRENDERLO IN QUEL POSTO.. MI dispiace anche x il RAPID, coraggio .

  • Posted 21 Agosto 2013 17:35 0Likes
    by Loris Missana

    Stefano (post n° 10), non cambia nulla se il Cercivento l’anno prossimo giocherà nel campionato amatori. Credi che il quel campionato tu possa avere un altro dialogo e altro approccio con i direttori di gara?! Sai quante squalifiche mi sono beccato per aver tentato solo di dialogare con gli arbitri?! Sai quante volte mi sono sentito rivolgere la classica intimidazione: “lei stia zitto, si accomodi in panchina o altrimenti la caccio fuori”?!
    Sono altre le prese di posizione da adottare, ma chi lo fa?
    Fossi il presidente del Rapid (di cui ho fatto parte come giocatore, dirigente e allenatore) ritirerei la squadra dalla competizione, e questa sarebbe, finalmente, una grossa presa di posizione.
    Maman

  • Posted 21 Agosto 2013 23:01 0Likes
    by DUDU

    beh… da dirigente….ex giocatore… e tifoso posso solo dire che è una VERGOGNA .io ero presente alla partita del. cercivento (al chiosco) e l’arbitro non sa cosa. ha sentito ma ha giudicato. ciò che gli. hanno. riferito. gli avversari ..
    se poi sbagli persona nella squalifica e non fai un passo indietro.ammettendo il tuo sbaglio solo perché. sai di essere protetto dagli organi “COMPETENTI ?????
    tanto poi le multe le pagano le società… e gli arbitri sapendo di essere. protetti
    fanno.
    e primedonne… SCHIFOOOOO
    poi ci si lamenta se a 20 anni si va a giocare negli amatori!!!!!!

  • Posted 22 Agosto 2013 09:20 0Likes
    by luca

    Il problema è il sistema? Non so ma sicuramente alla classe arbitrale, quella dirgenziale, manca una certa qualità professionale. A Forgiarini, anzichè sfornare arbitri su arbitri perchè non insegniamo ad arbitrare? Agli arbitri andrebbe insegnato che anche loro possono sbagliare come i giocatori in campo. Purtroppo questo non succede: arbitri con la pancia (quindi non atleti) ma non solo quarantenni, non conoscitori del regolamento e per di più si nascondono dietro la loro divisa; questo è lo stampo degli arbitri (non tutti per fortuna) che si Vantano di scendere in campo la domenica. Al Rapid, al Cercivento ma soprattutto al Gil non mollate perchè la vostra Storia parla da sola. Mandi

  • Posted 22 Agosto 2013 14:03 0Likes
    by Maurizio Mesaglio

    Loris Missana, scusami, ma l’approccio è sostanzialmente diverso …. e non vado oltre. Quello che l’arbitro fa sul campo è personale, il comportamento dell’Organizzazione è ben diverso …. Maman

  • Posted 22 Agosto 2013 15:01 0Likes
    by Marco Piazza

    Solo VERGOGNA e basta!!!! Dico solo che con la crisi di lavoro che c’è in giro e gente che ne cerca, sia solo ora passata di far saltare qualche poltrona dove c’è gente che sta li solo ad aspettare il 10 di ogni mese invece che darsi da fare e rimboccarsi le maniche, tutto qua. Perché star zitti ogni volta non è possibile, ora è arrivata la goccia che ha fatto traboccare il vaso……mandi

  • Posted 22 Agosto 2013 15:35 0Likes
    by cristy

    leggendo tutti questi post..leggo tanto sfogo , e dè giusto lo sfogo se alla fine servisse a fasri sentire dalla federazione, servisse a fargli muovere il sedere da quelle sedie…quando ho visto la partita Cercivento Castello a primo achito ero intimorito nell’ardare a vedre per la squalifica del campo , per non daneggiare la squadra che ci ospitava..ma poi alla fine ero li seduta comoda mentre dall’altra parte della barricata ..c’erano giudice sportivo ripresa filmata fotografo e tre giornalsti…a cosa è servito tutto ciò??? a pulire la coscienza a chi sta nella poltrona piu comoda in federazione???Ma finiamola col nascondersi dietro tanta ipocrisia …il razzismo non è solo banco o nero..è anche altro …FEDERAZIONE sveglia ..ringrazia che d’estate ci sia un campionato come il carnico…i soldi il potere , ci stanno diatruggendo tutto il nostro sogno..che si chiama CARNICO

  • Posted 22 Agosto 2013 17:07 0Likes
    by denis

    proporrei che tutte le squadre del carnico scendano in campo e attendano il trascorrere dei 90 minuti senza muovere un passo.
    Uno sciopero bianco insomma.

    povero carnico……. e sopprattutto povera classe arbitrale………

  • Posted 22 Agosto 2013 19:27 0Likes
    by Loris Missana

    Maurizio Mesaglio: non sono daccordo con te quando dici che l’approccio è sostanzialmente diverso; stiamo parlando, comunque, di due campionati amatoriali, sebbene con qualche regola differente, nulla di più; e ti sfido a dimostrarmi il contrario.
    Resta il fatto, e qui forse vado fuori argomento, che, chiaramente, quando conosci l’arbitro di turno e magari hai una certa confidenza o amicizia con lui (io conosco te, Silvano, Petisso, e tanti altri che ora mi sfuggono) l’approccio è differente, ma solo per evitare di rovinare il rapporto che ti lega con l’interlocutore.
    Ovviamente smentiscimi se sbaglio.
    Maman

  • Posted 23 Agosto 2013 00:34 0Likes
    by Lodo

    per Bruno T. e Massimo D.C. pensavate fossi solo in questa crociata …… ero solo partito prima ma prevedo che prima di arrivare a Gerusalemme saremmo in molti (tutti in torto ? ) come dice il post 16 bando alle ipocrisie e dateci una mano a ripulire il nostro amato carnico da questi personaggi ( non solo arbitri ) senza buon senso .falsi e bugiardi che stanno calpestando il sogno che abbiamo ereditato dai nostri padri e nonni e che vorremmo lasciare hai nostri fighi .

  • Posted 23 Agosto 2013 07:34 0Likes
    by Maurizio Mesaglio

    Loris Missana: al di la del rapporto ” chiosco “, che una baruffa certamente non rovina, quello che volevo dire è, che al di la delle regole, che sono tali e, spesso, rigide le organizzazioni o federazioni sportive cui appartengo, lavorano molto sul comportamento e l’approccio dell’arbitro, quantomeno nella stessa misura dell’aggiornamento tecnico arrivando, in alcuni casi, a far ripetere il corso al soggetto e, pur nella penuria di arbitri, a non abilitare chi non lo merita. Nel corso stesso, anche per i nuovi, ci sono lezioni dedicate ad amatorialità e comportamento. Ovviamente, ripeto, il comportamento personale, dipende dal soggetto.
    Mandi Mandi

  • Posted 23 Agosto 2013 09:16 0Likes
    by flavio cescutti

    Mi rendo conto che il presente non è un commento in linea con l’argomento, ma tra una considerazione e l’altra volevo ricordare che come ieri, un anno fa, è mancato un caro amico che ricordo con affetto. Mandi Dario

  • Posted 23 Agosto 2013 10:38 0Likes
    by Franco Mainardis

    Le sentenze “Rapid” e “Cercivento” non richiedono tante prese di posizione “contro” , si commentano da sole e danno la misura della qualità del sistema nel quale anche il “Carnico “ è immerso. Danno anche la misura della arroganza delle persone che gestiscono e manovrano questo sistema e della fiducia che meritano.
    Naturalmente richiedono solidarietà alle società e alle persone colpite dalla mannaia della Legge. Ci aggiungo anche la mia, di solidarietà, insieme a qualche osservazione.
    Sostanzialmente è stato finalmente e ufficialmente chiarito che chiunque abbia una casacca da arbitro, per il solo fatto di averla, è affidabile e degno di fiducia più di qualsiasi persona per bene che non vesta la divisa. E che il Referto dell’Arbitro (maiuscolo naturalmente!) è attendibile quanto un Vangelo per un cristiano, anche se a compilarlo non è un Evangelista, ma un qualsiasi imbecille.
    Mi chiedo se sia possibile che giocatori e dirigenti del Castello (plurale), che rendono una testimonianza a loro danno, siano meno credibili di uno (singolare) che non è capace di coordinare la lettura con la scrittura. Eppure in questa circostanza sono stati fatti passare per testimoni falsi, per mentitori. E dall’altra parte, a fronte di una autodenuncia di Stefano Morassi due persone, il figlio e Gilberto Tessitori sono stati fatti passare per razzisti, comportamento peraltro che oltre ad una macchia morale costituisce anche un reato penale. E mi chiedo anche se sia possibile che a nessuno della “commissione disciplinare” sia sorto qualche dubbio che in quei referti (confermati!) ci fosse qualcosa di oscuro, di confuso. Solo il fatto che l’arbitro di Rapid-Castello abbia fornito e fatto firmare un rapportino di fine gara senza che fossero indicate le sostituzioni avrebbe dovuto far pensare in merito alla credibilità di quel soggetto. E nel caso di Cercivento, qualche approfondimento ulteriore (al di fuori dei referti) sarebbe stato opportuno e prudente, prima di qualificare qualcuno come razzista. Anche la diffamazione è un reato penale!
    Supponiamo poi, solo per ipotesi, che il Rapid retroceda per un punto e/o il Castello venga promosso per un punto, chi potrà negare che il campionato di seconda categoria non sia stato in qualche modo falsato?
    La Legge è salva; la Giustizia purtroppo no e nemmeno il buonsenso.
    Complimenti vivissimi!

  • Posted 23 Agosto 2013 10:41 0Likes
    by tifoso rapid

    L’unico risvolto positivo che ti da coraggio è sapere che ci sono ancora delle persone che comunque sono pronte a testimoniare anche contro il proprio interesse per amore della verità..Grazie alla società del Castello per l’esempio dato. Cmunque Loris Missana ha ragione..se non fosse per un fatto di puro orgoglio ( e questo è sempre stato un punto di forza della nostra squadra) ci saremmo già ritirati ma speriamo di salvarci anche senza quel punto.. e qui non ho finito perchè purtroppo adesso il momento è delicato ed è meglio starsene zitti ma ci risentiamo a fine campionato.

  • Posted 23 Agosto 2013 12:41 0Likes
    by Franco Mainardis

    Invito tutti a leggere il raccapriciante documento titolato C.U. 17/14, scaricabile dal sito FIGC, da pagina 11 a pagina 14, al fine di rendersi effettivamente conto cos’è la “giustizia” sportiva e da chi è amministrata! E di conseguenza a smetterla di lamentarsi di quanto succede che tanto non c’è alcuna speranza.
    Al signor Mesaglio: se fosse vero quello che afferma non saremmo ridotti a questo. E’ vero che il comportamento personale dipende dal soggetto, ma gli effetti che ne conseguono dipendono anche da chi lo manda. E se le federazioni “lavorano molto sul comportamento e l’approccio dell’arbitro, quantomeno nella stessa misura dell’aggiornamento tecnico” ed il risultato è quello che è sotto gli occhi di tutti, beh forse è meglio che lascino perdere questo lavoro!

  • Posted 23 Agosto 2013 18:43 0Likes
    by Luca

    Facciamo una prova, l’arbitro mesaglio in questo sito e’ disponibile e collaborativo, sarà così anche quando arbitra. Chiediamo un parere a coloro che sono stati arbitrati, in modo tale da avere un parere su un arbitro educato e gentile.

  • Posted 23 Agosto 2013 20:51 0Likes
    by alex I

    E’ lo stesso che faceva l’arbitro anche nella pallavolo? Se si, ho un amico allenatore che ne ha subite di cotte e di crude, e nella pallavolo l’arbitro è determinante , se è bravo fa esaltare il gioco, altrimenti….

  • Posted 24 Agosto 2013 01:28 0Likes
    by Lodo

    trovo quella del post 25 una grande idea , forse non ti ha mai arbitrato nel calcio altrimenti non ti sarebbe passato neanche per anticamera del cervello di lanciare quel genere di idea . un arbitro rimmarra sempre tale finche campa, un atleta sempre un ATLETA , mi spiego?

  • Posted 24 Agosto 2013 07:58 0Likes
    by luca

    post 27: infatti tuo fratello rimane un arbitro finchè campa, “mi spiego?”

  • Posted 24 Agosto 2013 10:11 0Likes
    by denis

    il giochino del post n° 25 mi sembra una vera ca_n_ta. nei 2 post legati alle squalifiche di Tessitori si parla di fair play e quant’ altro per migliorare ma finchè la mentalità dell’ ultimo post di Lodo è questa non sarà possibile una soluzione al problema arbitro.
    Criticare un arbitro è sempre facile perchè non può accontetare tutti nel corso di una partita, ma nel momento che termina dev’ essere tutto finito.
    Con questo intervento non prendo le difiese del sig Mesaglio che mi ha arbitrato 3 volte e 2 volte mi ha espulso……
    cmq sig LODO nei post di questo articolo e l’ altro riferito alla squalifica

  • Posted 24 Agosto 2013 12:49 0Likes
    by Luca

    Io non critico l’arbitro mesaglio, anzi, lo lodo per le sue spiegazioni e per la sua gentilezza. Avere qui un arbitro e’ una fortuna, volevo sapere il parere degli atleti arbitrati.

  • Posted 25 Agosto 2013 01:10 0Likes
    by Lodo

    post 28 FENOMENO hai capito finalmente perche critico a ragione . xche so benissimo come la pensano e ragionano . infatti mio fratello non si puo certo dire che sia un atleta .

  • Posted 25 Agosto 2013 09:02 0Likes
    by alex I

    A questo punto invece di convocare tutti a Illegio, una “buona” riunione di famiglia con un definitivo abbandono dallo sport potrebbe sicuramente essere un’idea geniale.
    In regione ci sono più o meno 400 arbitri, pensiamo alle migliaia di dirigenti, giocatori e sostenitori, si devono “perdere” persone come Gil, la conclusione la lascio …..

  • Posted 25 Agosto 2013 19:10 0Likes
    by LODO

    post 32 perche ti nascondi dietro un comunissimo alex .visto che ci conosci presentati . e quando avrai fatto cio che la mia famiglia ha fatto x lo sport , 27 anni di dirigenza di mio padre ad Illegio , piu il sottoscritto e i miei fratelli (anche sbagliando e tanto) allora tu che sei un DIO forse potrai parlare ,

  • Posted 25 Agosto 2013 20:24 0Likes
    by dennis iob

    Siccome mi avete tirato in ballo e per quanto mi riguarda essere un ex arbitro non credo sia una “colpa” mi auguro! Voglio solo fare una considerazione: ho smesso a 27 anni di arbitrare a causa di un sistema che incominciava a scricchiolare già all’epoca,non mi meraviglio di quello che stà succedendo nel carnico adesso, in ogni caso ammettere un errore non era facile e non lo è neanche adesso per un arbitro. Gil hai la mia solidarietà perchè sei un giocatore corretto e leale,ma vai avanti con la tua battaglia. Chiudo dicendovi che mi diverto di più adesso che faccio il dirigente arbitro dell’ASD Cavazzo e vedo i ragazzi a divertirsi dietro quel “bistrattato” pallone. Mandi

  • Posted 25 Agosto 2013 20:30 0Likes
    by Maurizio Mesaglio

    Cercherò di dare una spiegazione generale, in modo da non urtare nessuno e senza entrare nei fatti, ( i post parlano da soli ). L’arbitro per una Federazione od organizzazione sportiva, è l’unica persona estranea. Per questo TUTTE le discipline danno, al rapporto del ( o degli arbitri ) valore incontrovertibile ( un po’ come la multa del vigile o della stradale ) di prova. L’escussione di testimoni, se ritenuto necessario dalla Commissione, può avvenire solo se si tratta di tesserati che, in caso di dichiarazioni non vere, possono essere perseguiti. Normalmente la CDT del Friuli V.G utilizza questo mezzo solo se il rapporto dell’arbitro o le sue dichiarazioni successive, sono lacunose, incerte o ritenute non logicamente correlate ai fatti. Nel caso di Cercivento, ma lo dico solo per notizia perché, ovviamente, a parte una casualità nel Carnico è quasi impossibile, sarebbe stata ammessa una prova filmata che può essere utilizzata solo nel caso di uno scambio di persona. Infine, il motivo per cui c’è questa rigidità nel valutare il rapporto dell’arbitro, sta nel fatto che, seppur in casi anche molto sporadici, si lascerebbe aperta la porta a manipolazioni. Per esempio per evitare la squalifica di un giocatore importante, dove ci sono interessi particolari, si potrebbe facilmente far squalificare, con un paio di testimonianze, un giocatore di comodo. Non piace nemmeno a me che paghi chi non merita e, per questo, posso dire che, nel dubbio, mi è capito di non indicare un’ammonizione per non rischiare l’errore. Ovviamente quando non c’erano i rapportini di fine gara.

  • Posted 26 Agosto 2013 17:49 0Likes
    by Maurizio Mesaglio

    @24 Franco Mainardis: Ovviamente parlavo per le organizzazioni cui appartengo,quindi non per l’AIA/FIGC. Soprattutto per una (FIPAV- Pallavolo) vi sono state situazioni( proprio per questioni di etnia fra Mossa e Sloga, realtà della minoranza Slovena di Trieste) in cui la testimonianza della squadra ospite ha smontato il rapporto dell’arbitro.

  • Posted 26 Agosto 2013 21:00 0Likes
    by Franco Mainardis

    Bene, poiché il rapporto dell’arbitro ha un “valore incontrovertibile” (ed è veramente così, scritto nelle carte federali, il Sig. Mesaglio non scherza affatto come qualcuno potrebbe credere) vuol dire che non sempre la verità è vera: è vera solo se suffragata dall’opinione dell’estensore del rapporto. Poichè in ogni categoria (arbitri, dirigenti, calciatori, vigili o agenti della stradale) ci sono sempre, statisticamente, alcuni mascalzoni (in numero più o meno elevato) in certi casi la verità è falsa e invece è vera la menzogna.
    Non voglio insistere, ma qui non parliamo di una squalifica per un calcio a un avversario o uno schiaffo ad un arbitro, per bestemmie od offese generiche da bar, stiamo parlando di TRATTARE DELLE PERSONE DA RAZZISTE, solo in virtù del rapporto di un arbitro che noi non conosciamo e potrebbe benissimo far parte del ristretto numero dei mascalzoni di cui sopra (potrebbe, non è detto). Per cui la Commissione disciplinare avrebbe avuto il DOVERE di accertare meglio i fatti, di ascoltare testimoni (tesserati o meno), di sentire gli “imputati” e anche di mettere a confronto, nel caso, gli attori dei fatti.
    Ma in che mondo viviamo? Uno dei pilastri della giustizia, non di quella sportiva evidentemente, è che si condanna solo in assenza di ogni ragionevole dubbio, non in ogni caso, a prescindere, direbbe Totò. Evidentemente i componenti la Commissione hanno la dovuta attenzione solo alle norme regolamentari, alla Legge, ne hanno molta di meno per la giustizia, la verità e la dignità delle persone che si permettono di giudicare (persone, non giocatori di calcio!). Succede talvolta agli avvocati, di confondere Legge con Giustizia.
    E lasciamo stare le manipolazioni! Chi ha il sospetto ha il difetto, dicevano i nostri vecchi!
    Nel caso del Rapid c’erano addirittura le testimonianze di coloro i quali, da questa vicenda erano usciti avvantaggiati, quelli del Castello che ci hanno guadagnato gratis 2 punti. Che manipolazione ci poteva essere? Bastava avere il buon senso di prendere atto dell’evidenza che l’arbitro si era sbagliato (succede, soprattutto ai peggiori) dando il credito che merita alla gente per bene. Ma sarebbe stato troppo, per l’AIA, la Commissione disciplinare e anche per la FIGC che nella circostanza ha vestito i panni del fantasma.
    Il buon senso non abita più qui.

  • Posted 26 Agosto 2013 21:32 0Likes
    by elmatdidarte

    Vivono e campano con i soldi delle iscrizioni, avere “fegato” per me significa nessuna squadra che si iscrive al prossimo campionato carnico e poi ne vedremo proprio delle belle, anche se in parte dobbiamo purtroppo dire che ne abbiamo già viste di cotte e di crude.
    I carnici son campioni nel fare BU BU in osteria, ma nei fatti concreti ognuno và per la sua strada, quanto io propongo son certo verrebbe raccolto si e no da un terzo delle società, ecco perchè maiali e mucche pascolano indisturbate in tutti i prati (campi).
    Par ciarnjel si dis che: “JE E’ PIES LE CIOCHE DAL PAN CHE CHE DAL VIN”

  • Posted 27 Agosto 2013 11:28 0Likes
    by Maurizio Mesaglio

    @37 Franco Mainardis, non mi sembra di averti dato torto, ma ho solo cercato di spiegare perchè in questa situazione vi sono stati determinati comportamenti. Ripeto: rugna anche a me che ci siano comportamenti arbitrali fuori regola, che poi ricadono per mesi sui direttori di gara successivi che, magari, sono bravissimi e non hanno colpe. Purtroppo, e lo dico a costo di ripetermi, se le società collaborassero al reclutamento arbitrale ( esempio: Pallavolo e Pallacanestro, dove se vuoi fare l’allenatore devi arbitrare almeno 20 gare in due stagioni, e molti poi scelgono di arbitrare ) indirizzando verso questa attività chi non ha futuro… calcistico chi dirige non sarebbe schiavo dei numeri ed avrebbe maggior scelta. Ci sono stati europei, dove è obbligatorio presentare ai corsi almeno una persona per squadra. Questo è sicuramente un eccesso … ma è così difficile “aiutarsi” in questo modo? Non sarebbe più facile mandare a casa chi merita?

  • Posted 27 Agosto 2013 11:31 0Likes
    by Maurizio Mesaglio

    38@: elmatdidarte… La tua proposta forte e decisa è pittoresca, ma sarebbe un suicidio. Tutti i tesserati sarebbero immediatamente liberi di accasarsi altrove….

  • Posted 28 Agosto 2013 12:04 0Likes
    by Franco Mainardis

    @39. Ho capito, infatti io sto semplicemente dicendo che i regolamenti che danno agli arbitri un potere, una autorità e una credibilità assoluti, a prescindere dalla qualità delle persone, anche a discapito della verità, dovrebbero essere almeno cambiati e chi attualmente li deve applicare dovrebbe avere un po più di prudenza, apertura e disponibilità prima di qualificare e diffamare le persone solo in base a un rapporto arbitrale. Perchè non hanno ritenuto di svolgere un’inchiesta un po approfondita? Perchè non hanno voluto ascoltare i testimoni? Perchè non è stato fatto un confronto? Perchè della dignità delle persone non gliene importa nulla, si vede!
    E’ come se io, che nemmeno ti conosco, ti querelassi per avermi offeso e un tribunale ti condannasse solo in virtù della mia denuncia, senza accertare nemmeno se i fatti sono effettivamente avvenuti!
    Stiamo freschi!
    Chiudo con un appello al Presidente Toffoletto: non credi che un “rimpasto” della Commissione Disciplinare, a questo punto sarebbe opportuno? E un richiamo all’AIA affinché abbia un po’più di attenzione a chi manda in giro ad arbitrare?

  • Posted 28 Agosto 2013 14:37 0Likes
    by alex I

    Lodo ha scritto: 25 agosto 2013 alle 01:10 post 28 “FENOMENO (riferito a Luca) hai capito finalmente perche critico a ragione . xche so benissimo come la pensano e ragionano . infatti mio fratello non si puo certo dire che sia un atleta” – Non so se era l’ora , ma a “offendere” il fratello non sono stato io. Pensare che gli arbitri non siano atleti, ma! Provi a girare nei siti dell’aia delle varie province e regioni, so che non lo ritiene necessario, ma in quasi tutti c’è un precisa preparazione fisica (come in tutte le attività non tutti lo fanno, ma ciò non può far generalizzare); non è mia intenzione mettermi in discussione con una persona in particolare, ma il blog offre opportunità di esprimere delle opinioni, poi ognuno può trarre le conclusioni. La mia mail se vuol avere spiegazioni: sanbru2013@gmail.com ; non si può fare di tutta l’erba un fascio, non sono tutti come Gil, e lo si nota dai giudizi positivi che ha avuto nel blog, bastano pochi però per rovinare tutto, ma con questo non si può pensare di distruggere tutto. Quando allenavo cercavo di conoscere le squadre e anche l’arbitro, fossi arbitro cercherei di conoscere i dirigenti e gli allenatori che mi ritrovo, certe voci girano e quando si arriva su un campo si sa con che “personaggi” si ha a che fare (vedi i comunicati settimanali della federazione con le squalifiche – nome e cognome motore di ricerca e ti trovi la storia di chiunque). Una persona come Gil non può lasciare, però tutti quelli che mettono nelle condizioni di far sbagliare dovrebbero fare un esame di coscienza, inducono a sbagliare e a pagare sono quelli che non c’entrano. Perché le squalifiche sono cambiate? a causa di quelle persone che nel gruppo si nascondono.

  • Posted 29 Agosto 2013 10:59 0Likes
    by Maurizio Mesaglio

    @41: Franco Mainardis. Toffoletto può fare mille rimpasti, come avviene nella Giustizia Ordinaria, le CDT si adeguano alla Giurisprudenza vigente in campo nazionale. Le pronunce della stesa, quindi, non cambiano in relazione alle persone, ma all’indirizzo che le commissioni nazionali e la Corte Federale danno su un determinato fatto. Stesso discorso vale per le testimonianze. Nei regolamenti sono indicati con rigida precisione, fonti di prova utilizzabile o meno. Anche qui la CDT non ha scelta, ma deve adeguarsi ai regolamenti.
    Quanto al fatto di ” chi va in giro ad arbitrare”, a costo di sembrare ripetitivo, vedo che nessuno risponde quando parlo di reclutamento arbitrale, che permetterebbe maggiori numeri e migliori scelte. Perchè? Forse perchè, alla fine, pochi si sentono di intraprendere una carriera densa di impegni, ma anche di messa in discussione ed insulti? Di critiche continue?

  • Posted 30 Agosto 2013 16:41 0Likes
    by elmatdidarte

    e gli arbitri sig. MESAGLIO sarebbero liberi di portare il cane a spasso………
    Se non c’è piu’ carnico quanti pensa possano o vogliano partecipare a campionati di altre categorie od andrebbero secondo Lei a giocare in AUSTRIA? la squadra piu’ vicina (escludo il TOLMEZZO che gioca in eccellenza) mi pare sia il Venzone, poi nelle categorie inferiori abbiamo MAIANO BUIA OSOPPO Ecc. vorrei proprio vedere quanti si sobbarcano queste trasferte per allenamenti e partita 3 gg alla settimana, MA FORSE LEI NON CI HA PENSATO

  • Posted 1 Settembre 2013 09:39 0Likes
    by Maurizio Mesaglio

    @: elmatdidarte; molti si sobbarcherebbero le trasferte, perchè i giocatori carnici hanno qualità e le società hanno disponibilità…. ovvio che non tutti troverebbero posto. Ma anche lei non ha pensato una cosa…. alla caccia al giocatore delle stesse compagini Carniche, nel momento in cui si riorganizzasse un campionato, dopo la mancata iscrizione ….

  • Posted 3 Settembre 2013 13:04 0Likes
    by elmatdidarte

    Io nonsono per nulla convinto delle sue affermazioni anche perch’ si gioca in 11 e le squadre cui affluirebbero quelli che non giocano nel carnico non possono certo tenere organici da 5o elementi, sempre se la matematica non è una opinione

  • Posted 5 Settembre 2013 21:23 0Likes
    by Maurizio Mesaglio

    @46: spero solo che lei abbia ragione …. ma ho seri dubbi.

  • Posted 9 Settembre 2013 08:01 0Likes
    by elmatdidarte

    E TI SEMBRAVA CHE DA ARBITRO NON VOLESSE AVERE L’ULTIMA PAROLA

Comments are closed.

Subtitle

Per la tua pubblicità

Some description text for this item

Subtitle

Approfondimenti

Some description text for this item

Subtitle

TECHNICAL PARTNER

Some description text for this item

Ufficio PubblicitàRadio Studio Nord e-mail: spot@rsn.itT +39 0433 40690
Redazione Radio Studio Nord e-mail: carnico@rsn.it
Link Utili FIGC Tolmezzo
Precedenti Stagioni 2018 2017 2016 Altre edizioni