OVARESE – CAVAZZO: MA QUANDO SI GIOCA?

calendario3Ormai la data della finale di Coppa Carnia sta diventando una sorta di mistero. Il delegato del Comitato tolmezzino, Michele Benedetti, ha invitato le due squadre ad accordarsi; se però non si dovesse raggiungere nessun tipo di intesa sul giorno in cui scendere in campo (ricordiamo, tra l’altro, che mercoledì 3 settembre è previsto un turno infrasettimanale di campionato) allora resta valida la data del 20 agosto. Ed a proposito di questo, per la prima volta, il Cavazzo ha paventato la possibilità concreta di non presentarsi in campo. La speranza di tutti è che alla fine prevalga il buon senso.

6 Comments

  • Posted 17 Agosto 2014 10:58 0Likes
    by Bruno Tavosanis

    A mio giudizio non presentarsi sarebbe come darsi una martellata sui cosiddetti; ci sono altre forme di protesta meno autolesionistiche (che chiaramente non posso suggerire).
    E’ giusto precisare che la Figc può scegliere la data che vuole, visto che l’opinone delle due società non sono vincolanti. Che poi il 20 sia una data sbagliata (troppo poco il tempo per organizzarsi, sia con ferie che con lavoro; molto, ma molto meglio il 27 o magari il 28), non ci piove.
    Quindi se il Cavazzo non si presenta a) rinuncia a conquistare la Coppa dopo 35 anni; b) impedisce alla stragrande maggioranza dei suoi giocatori di vivere una serata comunque indimenticabile; c) non potrà disputare nemmeno la Supercoppa; d) molto probabilmente sarà escluso perlomeno dall’edizione 2015 della Coppa; e) oltre a perdere la sua quota d’incasso (un terzo), pagherà anche una multa e ci saranno squalifiche in ambito dirigenziale; f) si alienerà le simpatie degli appassionati, anche provenienti da lontano, che si recheranno al campo per vedere una partita che non andrà in scena.
    Insomma, ne vale proprio la pena? Mi auguro di no.

  • Posted 17 Agosto 2014 18:20 0Likes
    by Dario

    Buon giorno io da tifoso esterno dico che la FIGC sbaglia a non ascoltare le società, viste che sono un patrimonio della stessa Figc bisognerebbe tutelarle, ma che problema è scegliere una data a fine mese o meglio ancora si potrebbe giocare la domenica o sabato succesivo al 20 (gente in ferie!!!!!)e rinviare d’ufficio le gare del campionato al mercoledì!
    Purtroppo la FIGC è un’ente che si tira dentro il vecchiume un modo di fare conservatore e non puo’ o non vuole rinnovarsi a differenza di altre leghe amatoriali in questo senso più avantissime come idee e pensieri!!!! Campionati amatoriali presenti in regione INSEGNANO!!!!
    Dò ragione al Cavazzo anch’io il 13 ero a vedere la partita il 20 sono in ferie…vabbè conta poco sono un tifoso non c’entro niente in questo contesto….ma bisognerebbe pensare quanti salti mortali fa una società per portare e organizzare un campionato a maggior ragione essendo una finale di coppa con la gente in ferie sarei non incavolatoio di più per queste difficoltà nell’organizzare il tutto la FIGC dovrebbe prenderne atto…comportarsi in questa maniera è davvero squallido…chiudo magari con un ripensamento della FIGC chissà un passo indietro sarebbe la cosa più logica…!!!
    Mandi Dario

  • Posted 18 Agosto 2014 09:35 0Likes
    by Marco

    Per i post 1 e 2.
    Ma vi rendete conto che la FIGC ha rinviato una partita che si poteva giocare tranquillamente? E ci rendiamo conto che la società più d’accordo a rinviare la partita era proprio il cavazzo? Come si fa ad accettare il rinvio di una partita senza prima concordare la data per il recupero? Se sapevano che avrebbero avuto queste grosse difficoltà non era più logico puntare a giocare la partita il 13 agosto lasciando all’arbitro la decisione definitiva riguardo alla praticabilità del terreno di gioco? O sono subentrati altri interessi che nulla hanno a che fare con il calcio giocato? Sarebbe avvilente se nel carnico, ovvero la vera essenza dei dilettanti, una finale venisse rinviata per interessi economici e di sponsor. In passato si sono giocate tante finali di coppa col maltempo. E poi giocarla a fine mese con questa estate che pare già terminata, vorrebbe dire rischiare di andare a vedere una partita alla sera al freddo! Quanta gente ci sarebbe? Siamo sicuri che poi il 27 agosto sarà una bella serata o magari pioverà nuovamente e sarà necessario un nuovo rinvio, seguendo le logiche che stanno adottando? Lo dico ovviamente per l’incasso, che credo sia stata la vera ragione per cui la partita sia stata rinviata. Se tutte le società dovessero ragionare come sta facendo il cavazzo, a luglio e agosto probabilmente nessuno vorrebbe giocare nemmeno in campionato, perché gli mancano dei giocatori ritenuti determinanti.
    Il campionato carnico si disputa d’estate dove è normale che la gente vada anche in ferie. Sono cose che ci stanno e bisogna saperle affrontare ed accettare.
    Credo che la federazione già abbia sbagliato a rinviare la partita; dovesse adesso cedere al ricatto di qualcuno farebbe un doppio errore. Se io fossi il delegato starei molto attento a come mi muovo per non provocare pericolosi precedenti…

  • Posted 18 Agosto 2014 12:08 0Likes
    by Bruno Tavosanis

    Marco, tu eri in zona il 13 agosto? Perchè, se non lo sai, in quel pomeriggio sono state interrotte per frane strade ad Illegio e Ovedasso, la zona industriale di Tolmezzo era allagata e alcuni boy scout sono stati tratti in salvo nella zona di Sella Chianzutan. Ti sembrava il caso di giocare una partita di calcio in questa situazione? E’ chiaro che dalle 17 ha smesso di piovere (contrariamente alle previsioni) e si poteva giocare, ma con quale “ambiente”? Tu parli di incasso, io invece penso alla finale di Coppa Carnia come una festa del calcio della montagna, tanto da richiamare centinaia di persone anche dall’udinese. Quella sera nessuno si sarebbe sognato di salire in Carnia e pure gli abitanti della zona difficilmente sarebbero andati a “cercare rogne”, proprio sapendo le previsioni avverse.
    Dobbiamo valutare se la finale di Coppa Carnia deve essere una questione che riguarda solo le due squadre interessate o un patrimonio di tutti. Io propendo decisamente per la seconda ipotesi, perciò ho approvato il rinvio, come del resto la maggioranza degli appassionati: basta farsi un giro sui social network, con tantissimi che in quel mercoledì sin da mezzogiorno si chiedevano cosa aspettasse la federazione a rinviarla. E non erano tifosi né del Cavazzo né dell’Ovarese.

  • Posted 18 Agosto 2014 12:25 0Likes
    by Marco

    Ero in Carnia e di sto passo a fine agosto accendiamo stufe, altro che assistere a finali in notturna. E con il freddo l’incasso del dopopartita dove lo mettiamo? Ho assistito a tante finali di coppa Carnia con la pioggia. Non è il massimo, concordo pienamente. Ma il calcio non si gioca indoor e il tempo non fa quello che gli diciamo noi. E se poi il 27 agosto diluvia ancora? La rinviamo a settembre? E tutti soldi che hanno già buttato via gli organizzatori che avevano preparato tutto a puntino? Li rimette la federazione? Rimette il cavazzo? Li rimette l’ovarese? Che li rimette? Ad oggi non sappiamo ancora se mercoledì ci sarà o meno la finale. Anche il più grande appassionato potrebbe avere degli altri programmi… Quando intendono sciogliere le riserve? Mercoledì mattina? Quanta gente verrebbe? Le partite di calcio si rinviano solo perché il campo è impraticabile o perché ci sono problemi di ordine pubblico reali e gravi. Per arrivare a rinviare la partita sicuramente il delegato avrà ricevuto pressioni da più parti. Non nascondiamoci dietro il fatto che la finale di coppa Carnia possa essere una festa per tutti. Dietro ci sono anche interessi economici: gli spettatori paganti il dopo partita I Giornali e la diretta radio. Insomma un piccolo business nel cuore dei dilettanti.
    Già in serie A ormai si gioca ogni giorno per questioni di diritti televisivi. I dilettanti devono mantenere la loro integrità. C’è un regolamento e va rispettato: la partita si rinvia solo se l’arbitro riscontra che c’è una reale impraticabilità del campo.

  • Posted 18 Agosto 2014 12:38 0Likes
    by Bruno Tavosanis

    Marco, la diretta radio c’è a prescindere dalla data della partita e i giornali escono lo stesso, con la cronaca o la notizia del rinvio. Quindi interessi economici della stampa non li vedo proprio.
    Dopo partita: hai detto tu che gli organizzatori (la Folgore) hanno rimesso dei soldi per il dopopartita saltato (chiosco e altro). E allora quale interesse aveva la Folgore a rinviare?
    Spettatori paganti: l’incasso si divide per 3 (due squadre e Figc) e se va bene sono 1200/1300 euro a testa. Tu credi veramente che una delle tre parti in causa deciderebbe di rinviare una finale per una cifra così? Di conseguenza sostenere che il rinvio è dovuto a motivazioni economiche appare una tesi a dir poco discutibile. Quindi, pur rispettando il tuo ragionamento, lo ritengo sbagliato (e non mi nascondo sul fatto che trattasi di una festa: è così, chiedi agli udinesi che vengono ogni anno a vederla per conferma), tranne sul punto che al momento non ci sia la certezza al 100% che mercoledì si giocherà.

Comments are closed.

Subtitle

Per la tua pubblicità

Some description text for this item

Subtitle

Approfondimenti

Some description text for this item

Subtitle

TECHNICAL PARTNER

Some description text for this item

Ufficio PubblicitàRadio Studio Nord e-mail: spot@rsn.itT +39 0433 40690
Redazione Radio Studio Nord e-mail: carnico@rsn.it
Link Utili FIGC Tolmezzo
Precedenti Stagioni 2018 2017 2016 Altre edizioni