ARTA: CAMPO SQUALIFICATO PER 4 GIORNATE

Jean Claude Bedi
Jean Claude Bedi

Dopo quanto accaduto durante Arta – Pontebbana (turno infrasettimanale del 3 settembre), si aspettavano con curiosità le decisioni del Giudice Sportivo, vista anche la mancata omologazione del risultato per la richiesta di audizione da parte dell’arbitro. Le decisioni sono arrivare e sono abbastanza pesanti per la società del presidente Pittini. Ma ricordiamo brevemente come sono andate le cose:sul finire del primo tempo, con un giocatore dell’Arta a terra, il pontebbano Gitschthaler ha messo volontariamente la palla in fallo laterale. Il compagno di squadar Bedi, a quel punto, lo riprendeva in maniera abbastanza decisa, rimproverandolo per il gesto. Inevitabile, a quel punto la reazione della tribuna dello Zuliani: ne nasceva un vivace (fin troppo …) “scambio di opinioni” tra i tifosi termali e lo stesso Bedi (accusato da qualcuno di aver usato parole e gesti volgari all’indirizzo di u gruppetto di tifosi sugli spalti. A questo punto, riportiamo fedelmente uno stralcio del referto arbitrale aparso sul comunicato della F.I.G.C. :
… rilevato che i fatti così come riportati nel referto arbitrale sono stati confermati dal direttore di gara il quale ha precisato di aver riconosciuto come tifoso della società sportiva A.S.D. Arta Terme il
soggetto che al minuto 40 del primo tempo ha proferito all’indirizzo del giocatore della S.S.D. Pontebbana sig. Bedi Jean Claude le seguenti frasi : “vergognati, e poi ti incazzi se ti chiamano negro. Negro di merda. Torna al tuo paese” mostrando il dito medio; – rilevato che i fatti come riportati nel referto arbitrale sono stati confermati dal direttore di gara il quale ha precisato di aver riconosciuto come tifosi della società sportiva A.S.D. Arta Terme i soggetti che alla fine della partita hanno proferito all’indirizzo del giocatore della S.S.D. Pontebbana sig. Bedi Jean Claude le seguenti frasi : “negro. Torna al tuo paese. Vergognati. Figlio di puttana. Fai svelto che poi ti aspettiamo qua fuori. Negro di merda” ripetendole per una durata di circa uno/due minuti …
A titolo di cronaca, ricordiamo che lo stesso Bedi, lo scorso anno era stato coinvolto in una caso più o meno analogo durante la partita Velox – Pontebbana.

31 Comments

  • Posted 11 Settembre 2014 09:03 0Likes
    by tifoso1986

    Appurata la gravità degli insulti e la totale indecenza degli stessi una domanda sorge però spontanea :

    Come mai tra tutti i giocatori di colore e/o di nazionalità straniere presenti nel nostro campionato , in queste situazioni c’è sempre di mezzo Bedi? A pensar male si fa peccato ma spesso ci si avvicina molto alla realtà, credo che se ci fosse stato un fondo di equità e di giustizia in questa storia il buon Bedi avrebbe di sicuro preso una bella lavata di testa per “antisportività” , una bella squalifica per il comportamento verso la tifoseria (se confermato dal direttore di gara) e per una volta avrebbe prevalso il buonsenso e l’uguaglianza. Invece come al solito deve vincere il finto perbenismo e la volontà da parte della delegazione di sentirsi “una federazione” e di erogare sanzioni solo leggendo il manuale e non usando il senno.
    Se tanto mi da tanto , l’esempio che con questa sentenza viene dato ai piccoli è questo :
    “Bambini, è sbagliato essere razzisti è una delle cose più sporche e infami che possano esistere sulla terra (giusto) , tuttavia, se vieni insultato in campo, puoi permetterti a tua volta di insultare chi ti insulta, di fare gestacci e mandare a quel paese sconosciuti che ti criticavano per un gesto fondamentalmente antisportivo”.
    Stiamo andando alla deriva signori e questi sono i piccoli buchi che fanno imbarcare acqua…

  • Posted 11 Settembre 2014 09:53 0Likes
    by Cristian_team6

    Quoto in tutto e per tutto il commento di @tifoso1986, ci va di mezzo sempre lo stesso soggetto e ci sarà un perché. Solo una parola: ANTISPORTIVO

  • Posted 11 Settembre 2014 10:24 0Likes
    by Marco

    Antisportivo o no se si è comportato male in campo digli di essere corretto ma se offendi le sue origini e colore della pelle passi dalla parte del torto. Ci vorrebbe il daspo anche nel carnico così quegli imbecilli che urlano solo cazz..e pagherebbero il conto!
    Ma si potrebbe dare un esempio di sportività se l’arta allontanasse il o i personaggi dal campo rendendo pubblici i nomi.

  • Posted 11 Settembre 2014 10:32 0Likes
    by puntel michele

    Concordo in pieno il post n 1, poi aggiungo che ho visto solo 5-6 partite dove il sig. Bedi era in campo ed in 3 di queste ho visto il suo dito medio verso i tifosi. Ritorniamo sempre allo stesso discorso di Balotelli, ma chissà perché sempre a lui? Ed ora come può una federazione, che ha difeso Tavecchio apostrofando la sua frase come una gaffe o un uscita poco felice , condannare e sanzionare una società per un uscita poco felice o una gaffe di un suo tifoso?

  • Posted 11 Settembre 2014 10:37 0Likes
    by Marco

    Per il post 4.
    Tavecchio non è andato giù così pesante e ha chiesto scusa pubblicamente.
    I personaggi si identifichino con nome cognome e foto e facciano le scuse pubbliche. Allora ne ridiscutiamo altrimenti il tuo post è fuori luogo.

  • Posted 11 Settembre 2014 11:43 0Likes
    by tifoso1986

    Faccia le sue scuse anche Bedi e siamo a posto allora Marco.
    Il colore della pella non da a una persona piu o meno credibilità , onorabilità o autorità.
    Se lui ha fatto il dito ha torto come chi lo ha insultato. Poco importa chi ha cominciato prima .
    Sono tutti gesti sbagliati a partire da quello fatto sul campo.
    Leggo di Daspo, di identificazioni, ma vi rendete conto? Siamo nel Carnico, l’ultimo dei campionati F.IG.C. il nostro campionato dovrebbe avere alla base il fair play, la salute e la crescita sportiva e morale di giovani e bambini nel segno dello sport e stiamo invece qui a tollerare persone che chiedono il daspo ai tifosi……
    Abbiamo perso il metro della realtà secondo me.
    Io resto della mia idea non ho mai sentito lamentarsi Leschiutta del Verzegnis o Ndabunganye dell’Ampezzo ma sempre e solo Bedi probabilmente allora il problema non sono le tifoserie e tanto meno il colore della pella.

  • Posted 11 Settembre 2014 12:10 0Likes
    by puntel michele

    1 per chi non l avesse capito la frase su Tavecchio era solo una provocazione verso l alto , comunque le scuse le ha chieste solo per salvare la poltrona
    2 non sto certo difendendo chi ha insultato ma solamente a non ingigantire un problema che nel carnico non c’è. Al limite parliamo di maleducazione, tasso alcolico alto ecc.
    3 visto che sei cosi attaccato a nomi e cognomi perché ti firmi solo col nome?

  • Posted 11 Settembre 2014 15:04 0Likes
    by Manuel Azzola

    Più leggo certi commenti e più rabbrividisco!!! Che schifo!!!

  • Posted 11 Settembre 2014 15:14 0Likes
    by Loris Missana

    Tutti gli episodi antisemiti o comunque razzisti sono da condannare, ivi compreso quello in argomento; non conosco il giocatore, l’ho visto giocare a Villa Santina nella gara Folgore-Pontebbana e mi ha favorevolmente colpito come atleta. Sui fattori scatenanti l’episodio incriminato ne sono a conoscenza solo per aver letto le cronache, articoli e commenti su questo sito.
    Però ricordo la denuncia fatta su queste pagine da uno spettatore di una partita del Cedarchis, spettatore che dichiarava di non essere tifoso di nessuna delle due squadre che si sfidavano, durante la quale la tifoseria del Cedarchis stesso offendeva una povera donna malata di cancro e tifosa (se non compagna o moglie) di uno dei giocatori avversari.
    Che differenza c’è tra i due episodi?
    Perchè l’episodio di Cedarchis non è parimenti stato condannato?

  • Posted 11 Settembre 2014 16:22 0Likes
    by Tania C.

    Sono una tifosa dell’Arta e non giustifico i comportamenti dei miei compagni tifosi e nemmeno della squadra, ma vi racconto quello che è successo all’andata di questo campionato sempre con la Pontebbana, ovviamente a Pontebba e qui vi dico già che non si tratta di Bedi, ma di un giocatore della mia squadra di cui non faccio il nome, che, stuzzicato dai tifosi della Pontebbana, ha rivolto il dito medio alla tribuna ed è stato giustamente espulso dal direttore di gara immediatamente dopo accaduto il fatto. Non so se i presenti quel giorno si ricordano questo fatto, ma dopo essere uscito dal campo è andato a parlare coi tifosi che lo avevano offeso e a fine partita ci ha bevuto una birra assieme. Allora, com’è possibile che un giocatore italiano, carnico che fa il dito medio viene espulso, e Bedi no perchè rischi di sembrare razzista?…Fatevi gli esami di coscienza.

  • Posted 11 Settembre 2014 16:46 0Likes
    by Maurizio Mesaglio

    Tania, solo una considerazione tecnica: sfuggono episodi a 6 arbitri, può essere sfuggito ad uno da solo. A volte cogli un fatto per pura fortuna.

  • Posted 11 Settembre 2014 20:50 0Likes
    by Alex

    Nel comunicato non c’è solo il caso “Bedi”, squalifiche di più giornate per i giocatori e di più settimane per dirigenti e/o allenatori.
    Affermare che questo è solo il Carnico, l’ultimo campionato della FIGC non giustifica atteggiamenti di intolleranza, gesti di nervosismo inutili servono solo a scatenare tensione che non produce effetti positivi. Non si può tollerare nessun episodio violento, non facciamo riferimento ai vertici FIGC, diamo il buon esempio e non impariamo da chi ha sbagliato per giustificare atti che si possono evitare.
    Il Carnico non è l’ultimo campionato, è un campionato con le sue caratteristiche, per me ha lo stesso valore della seria A. Ogni campionato, torneo, coppa ha un suo valore, soprattutto per il rispetto di tutte quelle persone che sono coinvolte. Cessi la violenza spicciola, ne vediamo ogni giorni già troppa in ogni ambito.

  • Posted 11 Settembre 2014 21:13 0Likes
    by Puntel GB

    Quella serata di Arta me la ricordero’a lungo e non certamente come una di quelle positive. In tanti annidi carnico non mi era mai capitato di provare tanta vergogna per comportamenti incivili e maleducati da parte dei protagonisti di queste sceneggiate. La partita fino al momento di quell’episodio con il giocatore a terra, non era stata certamente una gara da ricordare,come la serata fresca di quel mercoledi. L’episodio in questione si e’verificato qualche metro sotto la tribuna e mi sono meravigliato per la poca sportivita’dimostrata da Bedi. Ha rimproverato un suo compagno ad alta voce e con tono acceso, normale che certi pseudotifosi reagiscono in modo sproporzionato, ma ribadisco fino a quel momento non centrava Bedi in quanto uomo di colore ma come giocatore antisportivo. Mi chiedo due cose ,perche’ Bedi invece di stare tranquillo ha subito alzato il dito medio gridando verso la tribuna “vaffanculo”? Perche’ essere cosi’volgare emaleducato sapendo che avresti accesobdiscussioni e provocazioni (censurabili e pertanto non condivise) da parte del pubblico? Ma la cosa che piu’di tutto mi sconcerta e’ che di tutto questo l’arbitro non ha visto nulla,non ne parla , ma dov’era ? E come puo ‘ non aver nulla da riferire quando era a non piu’di due metri? Non entro in merito al fatto che era timoroso e inesperto, ma persino quando le squadre facevano il loro ingresso negli spogliatoi ho visto chiaramente dalla tribuna,Bedi con tutte e due le braccia sopra la testa ed inbella mostra il dito medio alzato e il direttore di gara era gomito a gomito con lui.Certo che le sanzioni prese nei confronti dell’Arta sono pesanti e se provate sono GIUSTE,ma non facciamo passare una societa’ gloriosa con cinque scudetti per una societa’ razzista per colpa di pochi non possiamo e non vogliamo passare per maleducati ed incivili.Non facciamo di tutta un’ erba un fascio. Qui si cura tutto un settore giovanile con sacrificio e nel limite del possibile si mette in primis l’educazione e l’uguaglianza, sia essa culturale,religiosa e/o appartenenza sociale.Bedi andava altrettanto punito, e l’impressione e’che sia stato adottato un diverso metro di giudizio, purtroppo la sensazione e’di essere ancora una volta becchi e bastonati. Chiudo dicendo che il carnico che conosco e’fatto di gente genuina e laboriosa, e che facciamo volentieri a meno di certi volgari e maleducati personaggi da ambo le parti.

  • Posted 11 Settembre 2014 21:40 0Likes
    by Simone Cescutti

    Caro signor Missana prima di parlare di fatti di cui ha solo sentito parlare per giunta probabilmente arrivata a lei solo dopo molte bocche la prego di informarsi e sputare sentenze solo quando è sicuro di quello che dice! I tifosi del Cedarchis non saranno perfetti ma non hanno mai fatto quello che ha scritto! E per quanto riguarda il “fenomeno” Bedi mi pare che si sta nascondendo troppo dietro il colore della pelle ma come detto io non conosco i fatti per cui non giudico ma la domanda sorge spontanea:come mai ad altri giocatori di colore presenti nel carico non succedono certe cose?buon fine campionato a tutti e GRANDI WARRIORS

  • Posted 11 Settembre 2014 21:53 0Likes
    by elmatdidarte

    Pur condannando l’episodio deplorevole e non essendo presente resto neutrale nel giudicare voglio sottolineare, come detto da altri che non è casuale se certi episodi accadono sempre alla stessa persona. Per cui caro BEDI fatti l’esame di coscienza, semmai ne hai una, e forse comportandoti a tua volta civilmente vedrai che certe cose in futuro non si ripeteranno. Ormai è di moda gridare al razzista e non dimentico al riguardo i titoloni dei giornali quando anche a Tolmezzo si disse e scrisse che eravamo degli incivili razzisti.
    Sono contro i Leghisti ed il loro modo di pensare,ma se tanto mi dà tanto…………

  • Posted 12 Settembre 2014 00:03 0Likes
    by Loris Missana

    Simone Cescutti, non sputo sentenze perchè io non sono un giudice e di conseguenza uno che non può fare ciò, e se rileggi bene il mio commento ho detto di ricordarmi di una incredibile denuncia fatta su questo sito da uno spettatore che aveva assistito alla gara Cedarchis-Trasaghis.
    Ho ripescato il suo commento postato il giorno 8 agosto e guarda cosa ha scritto:
    “Vorrei segnalare in questa sede, dato che si tratta del sito ufficiale del campionato carnico, il comportamento della tifoseria del Cedarchis durante la partita contro il Trasaghis, sottolineando che non mi trovo ad essere tifoso di una delle due squadre, solamente tifoso del calcio e dello sport.
    In una giornata in cui rientrava il signor Copetti, di cui sappiamo il recente orribile lutto che ne ha cambiato la vita per sempre, la tifoseria del Cedarchis ha passato tutta la partita ad insultare, anche pesantemente, giocatori del Trasaghis e addirittura le loro mogli e figli sugli spalti, piuttosto che dare la carica alla propria squadra e stare vicini al rientrato Copetti.
    Da segnalare in particolare il comportamento vergognoso nei confronti della moglie di un giocatore che è malata di cancro, ma l’ignoranza delle persone arriva qui ed oltre.
    Mi dispiace dirlo, ma la campione in carica ed attuale prima in classifica, in una partita relativamente semplice con l’ultima in classifica, ha fatto una pessima figura a causa della sua tifoseria. Se questa è la squadra/società migliore del Carnico, da cui tutti dovrebbero prendere esempio, mi auguro che le cose migliorino presto e che non si verifichino mai più episodi del genere, contro la filosofia del calcio e dello sport in generale.
    Cordiali Saluti”
    Pertanto la mia non è una sentenza contro Cedarchis (Petisso e Rino mi conoscono) come tu hai voluto in qualche modo volermi imputare, ma se ciò corrisponde al vero, e su ciò converrai con me, è molto più grave di quanto successo ad Arta la scorsa settimana; che ne dici Simone?

  • Posted 12 Settembre 2014 09:01 0Likes
    by Angelo Cescutti

    La daspo nel carnico? ma vi rendete conto delle ca..te che state dicendo??

  • Posted 12 Settembre 2014 09:21 0Likes
    by Simone Cescutti

    Io dico ke quel post citato e quell’ incredibile denuncia sono esagerati e che conoscendo i miei tifosi e amici, pur ammettendo che sono “caldi”,sono sicuro che non volevano offendere una persona con problemi vista la sensibilità dimostrata in certe occasioni che non sto a citare!resto comunque dell’idea che prima di giudicare bisogna conoscere i fatti con precisione e non fare di un erba un fascio, ribadisco, che non è un caso che certe cose capitano solo a quella persona! Sia chiaro che non giustifico certe espressioni e certi atteggiamenti ma bisognerebbe capire da cosa sono scatenate e credo che è ora di finirla di nascondersi dietro il colore della pelle, se una persona è ignorante e idiota lo è indipendente dal colore della pelle…ho visto e sentito insulti di ogni genere in tanti anni ma mai vista una commedia del genere!saluti a tutti!

  • Posted 12 Settembre 2014 19:53 0Likes
    by Gabriele D.G

    In risposta al post di Loris Missana , io ero presente alla partita in questione del Cedarchis e quel che so di certo è che nessuno dei Warriors si è mai espresso sui problemi di salute di nessuno … c’era stato solo un battibecco (nella quale non penso centrassero neanche i Warriors) in quanto ad un certo punto della partita in campo c’erano state delle entrate non proprio da manuale del calcio, niente di particolarmente rilevante comunque , ma si sa quando ci sono in mezzo certe squadre si tende sempre ad esagerare …

  • Posted 12 Settembre 2014 22:27 0Likes
    by Flavio Cescutti

    “Bedi ha fatto una cazzata. Ha tenuto un comportamento da stupido”. Questo è il commento in una società civile.
    “Bedi ha fatto una cazzata. Ha tenuto un comportamento da stupido negro”. Questo è il commento in una società avviata verso la barbarie.
    Le ragioni ed i torti in questi casi lasciano il tempo che trovano.
    Mandi

  • Posted 12 Settembre 2014 22:35 0Likes
    by elmatdidarte

    Propongo un incontro con un mediatore di RSN tra BEDI ed i Presidenti dell’Arta e della Pontebbana per chiudere in modo definitivo questo spiacevole incidente. che ne dite?

  • Posted 13 Settembre 2014 12:15 0Likes
    by Marco

    Per Puntel gb: da arbitro difendeva la categoria e ora che è fuori cosa fa? E la coerenza dov’è?
    Per Loris Missana: questo non è il sito ufficiale del Carnico che al limite è quello del Comitato di Tolmezzo. Questo è un sito a scopo di lucro dove sono pubblicati articoli e commenti per dare più informazione sul campionato.
    Per elmatdidarte: dato ke bedi è finito alla ribalta della cronaca stiamo ancora attendendo che chi ha fatto gli insulti razziali (è un reato punito per legge) si identifichi o che l’arta prenda pubblicamente le distanze da costui.

  • Posted 13 Settembre 2014 12:39 0Likes
    by Massimo Di Centa

    Per Marco: un sito a scopo di lucro? Potresti spiegare (dall’alto delle tue certezze) chi ci lucra?

  • Posted 13 Settembre 2014 12:53 0Likes
    by marco

    Non sono marco del post22 giusto per chiarezza. Ha sbagliato Bedi per i gesti (purtroppo non è la prima volta), hanno sbagliato i “pseudotifosi dell’arta” a comportarsi in un determinato modo, forse giustificati dal fatto di aver pagato il biglietto, sbagliata l’invasione di campo. In questo caso posso giustificare l’arbitro (probabilmente inesperto) ha scritto quello che ha veduto. Una cosa mi piacerebbe e cioè che il presidente dell’arta andasse a casa di questi fenomeni a farsi pagare la multa invitandoli la prossima volta a starsene a casa perchè lo sport è un altra cosa (il discorso vale anche per Bedi). Complimenti invece a Massimo per la nuova Ferrari, si vede che il sito rende bene. Buon fine campionato a tutti ricordando a tutti che bisogna divertirsi e che purtroppo o per fortuna ogni anno ci saranno vinti e vincitori ma l’importante è che ogni domenica si esca dal campo con la testa alta (sportivamente parlando) e magari dal chiosco tutti con la birra in mano e in sana e allegra compagnia. Mandi

  • Posted 13 Settembre 2014 12:59 0Likes
    by Santa chilaus

    Il “signor” bedi calcisticamente non si discute. Ma sul piano comportamentale lascia al quanto a desiderare. Ormai tutti conoscono le sue performance comportamentali durante le partite. Non capisco gli ipocriti che pontificando continuano a giustificarlo. Mandi

  • Posted 13 Settembre 2014 14:09 0Likes
    by Massimo Di Centa

    Per Marco non del post 22: in effetti Marco, la Ferrari va bene, ma ho dovuto scegliere la più economica.
    Per Santa Chilaus: Bedi ha le sue responasbilità (su questo non ci sono dubbi) e mi pare che in molti le abbiano evidenziate (i giornalisti prsenti alla partita, per esempio). Pontificare è un’altra cosa, credimi Santa Chilaus.

  • Posted 13 Settembre 2014 15:15 0Likes
    by Marco

    Ci sono gli sponsor. Non credo possano starci gratis! E un dominio costa non più di 50€ annui.
    Mandi

  • Posted 13 Settembre 2014 18:36 0Likes
    by omar

    cari simone cescutti e gabriele d.g. i fatti raccontati da loris missana nel post n 16, sono realmente accaduti.

  • Posted 13 Settembre 2014 19:13 0Likes
    by Massimo Di Centa

    Marco, il sito del Carnico è “legato” a Radio Studio Nord e tutti quelli che ci lavorano lo fanno G R A T I S!

  • Posted 14 Settembre 2014 11:05 0Likes
    by Tiz Domenis ssd pontebbana

    Parlo da persona PRESENTE SUL POSTO.
    PREMESSA: Si sta perdendo due a zero, si è terz’ultimi in classifica, e si sta giocando uno scontro diretto. Secondo voi, dopo che un avversario rimane a terra per un colpo ALLE GAMBE, è una cosa giusta buttare fuori il pallone? Magari sarà una cosa corretta, ma sulla parola giusta o sul dire “ha fatto bene” potremmo discuterne (come se ne discute sempre) per anni. Io non l’avrei fatto. Decide l’arbitro il da farsi, se non fischia io vado, a meno che l’avversario non sia a terra in seguito a colpo alla testa, quello sì pericoloso. Nell’intervallo ho criticato anche io il correttissimo compagno Gitschthaler e se fossi stato in campo mi sarei comportato esattamente come Bedi vista la situazione. Se poi il pubblico lo ha, come sempre, aggredito provocando suoi gestacci, che è totalmente sbagliato ma probabilmente li avrei fatti anch’io e tutti quei giocatori di carattere più sanguigno, vista la situazione di classifica e l’andamento della partita. Il Bedi ha criticato UN SUO COMPAGNO, ma non lo ha offeso. Lo pseudotifoso che dopo ha invaso il campo lo ha invece offeso pesantemente (colore della pelle incluso), prendendosi (per così dire) un dito medio. Pensate che anche all’andata un giocatore dell’Arta a Pontebba ha esibito il dito beccandosi la seconda ammonizione ed espulsione, ma non è stato apostrofato con negro di m… mangiabanane ecc…. come HO SENTITO BELLO SCANDITO AD ARTA; nè ovviamente nessuno ha invaso il campo (credetemi a Pontebba sarebbe molto più facile che ad Arta), casomai il giocatore stesso, dopo l’espulsione, ha pensato bene di venire a trovare i tifosi all’esterno ancora in divisa di gioco. Personalmente non conosco gli altri giocatori di colore del carnico, ma conosco bene Jean; egli probabilmente sente la partita più degli altri, ALLA PARI, COMUNQUE, DI TANTISSIMI ALTRI GIOCATORI DEL CARNICO (io per primo ero così), e non trovo giusto che quando Bedi sbaglia la prima cosa a cui si aggrappano certe menti illuminate sia il colore della pelle o le banane e quant’altro, perchè non si limitano ai soliti epiteti dedicati ai calciatori bianchi? Trovo altresì aberrante leggere certi commenti in cui si continua a difendere a spada tratta UNA PERSONA CHE DOPO UNA TRENTINA DI INSULTI RAZZIALI HA FATTO ANCHE INVASIONE DI CAMPO, continuando a criticare il “caratteraccio” di Bedi ….Ma dico siete impazziti? O forse..siete davvero razzisti?
    Elmadidarte se Bedi deve farsi un esame di coscienza il vs tifosi (solo i colpevoli, ci mancherebbe altro, che andrebbero isolati da tutte quelle brave persone che conosco ad Arta) cosa dovrebbero fare? Cancello ciò che ho appena scritto e lascio questa frase che è meglio.
    Condivido in pieno il commento n 20.
    Avendo giocato contro Simone Cescutti sia con la Moggese che con la Pontebbana posso dire …..chi è senza peccato scagli la prima pietra.

  • Posted 14 Settembre 2014 17:02 0Likes
    by elmatdidarte

    Siccome a volte son sadico ti rispondo che li metterei, parlo dei tifosi esagitati, uno alla volta in gabbia con BEDI con mani e piedi legati e che si insultino vicendevolmente. In ogni caso da piu’ parti ho sentito, persone che non centrano con Pontebbana o Arta, dire che il bianco al contrario non è proprio uno stinco di santo.
    salute e felicità a tutti

Comments are closed.

Subtitle

Per la tua pubblicità

Some description text for this item

Subtitle

Approfondimenti

Some description text for this item

Subtitle

TECHNICAL PARTNER

Some description text for this item

Ufficio PubblicitàRadio Studio Nord e-mail: spot@rsn.itT +39 0433 40690
Redazione Radio Studio Nord e-mail: carnico@rsn.it
Link Utili FIGC Tolmezzo
Precedenti Stagioni 2018 2017 2016 Altre edizioni