I FATTI DELLA GIORNATA

Alessandro F
Alessandro Fior, giustiziere del Real (foto A. Cella)

PRIMA CATEGORIA
Un gol di Alessandro Fior condanna il Real I.C. e riapre incredibilmente il campionato a 90’ dalla fine! Adesso, la formazione di Ortobelli vivrà una settimana di passione in attesa della sfida col Cedarchis di domenica prossima, cercando quella vittoria che le garantirebbe il titolo. Un po’ di imprecisione al momento di concludere ed almeno un paio di grandi interventi del portiere sutriese Di Vora sbarrano la strada alla capolista che va sotto a metà della prima frazione e poi non riesce a ritrovare il bandolo della matassa di fronte alla serenità mentale dei Mobilieri. Nel frattempo, il Cavazzo andava ad espugnare il difficile campo di Ovaro, garantendosi almeno altro 90’ di speranza. Ovvio che i viola (attesi da un confronto interno abbordabile col tranquillo Verzegnis) si aspettino in regalo dal Cedarchis: esiste addirittura la possibilità di uno spareggio (pari del Real e successo del Cavazzo), dopo che la squadra di Imponzo e Cadunea aveva avuto per ben due settimane il match ball.

SECONDA CATEGORIA
Ipotesi spareggio anche in Seconda: l’Audax finisce il suo campionato (nell’ultimo turno riposerà) con una sconfitta a San Pietro e conserva un solo punto di vantaggio sul Trasaghis che supera in scioltezza il Bordano. I biancoverdi, vincendo nell’ultima giornata a Pontebba, vincerebbero il girone mentre in caso di pareggio terminerebbero a pari punti con l’Audax, rendendo necessario, appunto, uno spareggio per determinare la vincente del girone.

TERZA CATEGORIA

dsc_0020Dopo il Cercivento, anche il Ravascletto raggiunge la promozione: il 3 a 1 rifilato alla Stella Azzurra significa Seconda matematica per gli uomini di Claudio Bellina che tornano in cadetteria dopo 5 anni. Per la terza promossa bisognerà aspettare l’ultimo turno, quando l’Illegiana (che ha battuto il Rigolato) scenderà a Gemona in casa della Stella Azzurra, mentre l’Ancora (preziosa e sofferta vittoria a Lauco) riceverà la Viola.

Ravascletto in Seconda categoria (foto redam)
Ravascletto in Seconda categoria (foto redam)

29 Comments

  • Posted 3 Ottobre 2016 20:03 0Likes
    by tomat Carlo

    Complimenti a tutta la squadra ma in particolare al Mister e e al presidente

  • Posted 3 Ottobre 2016 20:21 0Likes
    by luca

    Sappiamo tutti come andrà a finere Domenica, basta parlare con i giocatori del Cedarchis. Piuttosto che far vincere il Cavazzo, meglio il Real. Quindi tutti ad Imponzo a festeggiare domenica

  • Posted 3 Ottobre 2016 22:24 0Likes
    by Andrea

    Penso che il real non abbia bisogno che nessuno gli regali niente!!
    Mandi

  • Posted 3 Ottobre 2016 22:43 0Likes
    by Marco

    Premesso che non sono del Cavazzo…Spero vivamente che il Ceda faccia la partita per vincere, perché cavolo è un derby! È la voglia di schiacciare i “cugini”, mi auguro diano l’anima per 90′ proprio per il bello del calcio… se ora anche nel Carnico si lascia vincere, davvero non ho parole…

  • Posted 4 Ottobre 2016 08:46 0Likes
    by luca

    Marco, purtroppo è così. Ormai non contano più le sfide tra paesi vicini, conta la simpatia verso le persone e i giocatori. Visto che il Cavazzo ha vinto negli ultimi anni, per il Cedarchis è una minaccia, quindi via libera al Real.

  • Posted 4 Ottobre 2016 09:14 0Likes
    by Zazy

    Tutte le squadre hanno detto piuttosto che fare vincere il Cavazzo blablabla…ma poi quando sono li fanno la loro partita!!!! Quindi un campionato si vince sul campo senza combine al seguito..
    DomeNica tutti a imponzo per stare vicino ai giocatori e poi magari andremmo a festeggiare a Cavazzo!!!!

  • Posted 4 Ottobre 2016 09:16 0Likes
    by Oscar

    Complimenti per la promozione al presidente dirigenza mister e giocatori del Asd Ravascletto!!

  • Posted 4 Ottobre 2016 19:55 0Likes
    by Massimo Di Centa

    Mamma mia Luca , quante certezze! Ho assistito personalmente alla partita Mobilieri – Real e ti assicuro che la squadra di Sutrio ha fatto la sua onesta partita, non regalando nulla, come è giusto che sia. Personalmente credo che tutta questa dietrologia sia tipica di una cultura sportiva davvero avvilente. Domenica sarò ad Imponzo e posso assicurarti che se dovessi notare qualcosa di strano non esiterò a sottolinearlo. Credo che la storia e il prestigio del Cedarchis non meritino questi sospetti. La simpatia e l’antipatia fanno parte della vita ma in campo non piace perdere a nessuno.

  • Posted 4 Ottobre 2016 21:32 0Likes
    by Dado

    Proprio così Massimo, la cultura del sospetto e della dietrologia a livello sportivo ( e non solo ) non suffragata dai fatti non hanno mai portato a nulla di buono. Per fortuna che poi ci pensa il campo con le sue variabili, con la sua regia imprevedibile a mettere a posto le cose. Ceda, Real , Cavazzo , sento solo queste squadre , attenzione che la protagonista alla fine non diventi il ” tranquillo ” Verzegnis a far saltare il banco. Per fortuna che ci pensa il campo e le chiacchiere ( anche le mie naturalmente )…….stanno a zero come dicono gli amici di Napoli. Buoni 90 ‘ finali a tutti e vinca ….sul campo…..il migliore !!!!!!

  • Posted 4 Ottobre 2016 22:20 0Likes
    by Marco

    chi parla di combine e biscotto tra real e cedarchis di calcio non ha capito ancora un cazzo e meglio che si dedichi ad altri argomenti

  • Posted 4 Ottobre 2016 22:50 0Likes
    by Roberto

    Saluto tutti gli amanti del “Carnico”, la sua incomparabile esistenza, il suo genuino campanilismo ma, soprattutto, la veracità che a volte il calcio professionistico “delle illusioni” prelude ma, non riesce a riempire il cuore dei veri amanti di questo (….logoro) sport.
    Mi è apparso oltremodo “poco delicato” leggere alcuni commenti presenti in questo spazio (blog) che non prendano in alcun modo in considerazione del lavoro, a volte duro, che alcune società del Carnico dedicano con tutte le loro forze al fine (…unico!…) di mantenere in vita una competizione “seconda” a nessuna sul territorio nazionale.
    Seguo raramente e direttamente (…sono della bassa “furlania”…) le partite di questo campionato che annualmente da lustro ai Vostri sodalizi, al Vostro movimento sportivo, ma noto comunque che poche società abbiano la possibilità di far emergere i giovani delle loro piccole località o realtà. Non voglio far nomi e/o alcun riferimento diretto a società stesse, che in questa stagione si siano contraddistinte, rispetto ad altre, al fine di valorizzare il loro vivaio e le loro semplici risorse con lo scopo “UNICO” di raggiungere obiettivi che sulla “carta” inizialmente sembravano un semplice “sogno”.
    Ora vinca il migliore ma, grazie a tutti Voi per aver fatto vincere il calcio dei valori umani che solo la Carnia riesce ancora a custodire e gelosamente preservare.
    Evviva il “Carnico” e la Sua gente!
    Roberto.

  • Posted 5 Ottobre 2016 07:06 0Likes
    by Marco

    No omonimo,come ho scritto sopra qualcuno pensa “piuttosto del cavazzo..” a me sinceramente se il Real non lo guadagna sul campo, mi farebbe molta tristezza vederlo vincere in maniere “strane”, spero nella onestà di tutti.

  • Posted 5 Ottobre 2016 16:34 0Likes
    by Daniele Quattrini

    Ma davvero state parlando sul serio?
    Ma posso sapere quale adulto, normo-dotato di cervello possa fondare dei propri giudizi o delle proprie esternazioni su delle “voci” che si sentono in giro?
    Secondo poi, che considerazione avete delle società del Carnico?
    Sono convinto che chi scrive certe cose non ha mai giocato a Calcio e non è mai stato in una squadra o in un gruppo, perchè solo chi vive queste cose può capire cosa significa rispettare l’impegno, l’avversario, lo sport e la maglia che si indossa, sia per difendere il primo posto, sia per non sfigurare ulteriormente, magari dopo una stagione deludente . Non esistono partite “tanto-per” durante il campionato. Quando ci sono i 3 punti in palio i calcoli, le amicizie, le cabale e le rivalità non contano; si gioca per vincere, aiutare il compagno e portare l’intero gruppo a meta.

    Sono sicuro che tutte le squadre del Carnico che giocheranno l’ultima giornata questo fine settimana daranno il 100% per onorare il loro impegno, non vedo perchè Cedarchis e Verzegnis dovrebbero fare diversamente!Anzi, il Ceda è una società senza-tempo, gloriosa e mai sazia di vittorie, a Verzegnis ho giocato, quando le cose andavano così-così ed era in Terza Categoria con 12 giocatori in lista la domenica, e si è sempre giocato per vincere!

    Cari “lupi” da tastiera, vivete di pìù la vita anzichè pensare a creare zizzanie in giro, perchè il mondo è già abbastanza pieno di rotture di maroni, senza che vi ci mettiate anche voi.

    Forza Cùrcu!

  • Posted 6 Ottobre 2016 07:10 0Likes
    by Raffaele

    Ma Daniele, di calcio sinceramente mi sembra tu ne abbia masticato poco, io ho avuto la fortuna di giocare in serie D per due anni della mia vita, poi le cose sono cambiate,e ho chiuso la mia carriera in promozione, e quello che ti posso assicurare è che a volte quando le partite non contano si scende in campo con un altra mentalità… Sono sicuro faranno la loro partita entrambe le squadre che sfidano le contendenti al titolo, ma senza grandi stimoli, con la testa lì ma non più di tanto…

  • Posted 6 Ottobre 2016 09:24 0Likes
    by Flavio

    Buongiorno, vorrei porre delle domande. Viste le motivazioni trovate per la sede di Tolmezzo per la finale di coppa carnia( sugli spalti si vociferava anche di una lettera anonima giunta in federazione).domenica a imponzo saremo presumo sui 200-300-400. È tutto in regola? Ci sono tutte le autorizzazioni/ omologazioni? O tali scuse si trovan solo per finale di coppa carnia e supercoppa. Non ho nulla contro imponzo, se era Cavazzo, Arta ecc avrei posto le stesse domande. Vorrei solo capire se le motivazioni vengono usate sempre o quando fa comodo. Grazie

  • Posted 6 Ottobre 2016 16:02 0Likes
    by Luigi

    Scusate se sono fuori tema, ma volevo solo mettere in risalto l’articolo sul bomber Schiratti
    http://it.eurosport.com/calcio/alain-schiratti-l-attaccante-che-ha-lasciato-il-calcio-per-donare-un-rene-alla-moglie-sofferente_sto5893501/story.shtml
    apparso sulla testata sportiva Eurosport. Complimenti davvero per il nobil gesto!

  • Posted 7 Ottobre 2016 11:00 0Likes
    by Daniele Quattrini

    Ovviamente chi non ha giocato in serie D o in Promozione non ha mai masticato calcio…
    quindi il 95% delle persone non avrebbero titolo di parlare…
    ma per piacere… gù dal piedistallo!

  • Posted 7 Ottobre 2016 16:46 0Likes
    by francesco ziraldo

    Non c’entra la categoria in cui uno ha giocato , serie D, promozione o terza amatori, ma al di la’ di inutili moralismi, sono d’accordo con Raffaele, se non c’è un interesse di classifica o una rivalità particolare tra due squadre, le ultime partite sono affrontate in maniera diciamo abbastanza soft dalla squadra che non ha più nulla dea chiedere alla classifica (in serie A quindi figurarsi nel Carnico!!!). Parola di giocatore del Bordano, che ultimamente affronta le partite con uno spirito amatoriale over 60….
    PS
    Parere personale, il Cavazzo ha un organico decisamente superiore al Real Imponzo, di almeno 10 punti in più nell’arco di un intero campionato. Per cui se ci si deve appendere all’ultima partita per sperare di vincere, beh forse a Cavazzo hanno sbagliato qualcosa…

  • Posted 7 Ottobre 2016 20:20 0Likes
    by loris rassati

    c’è Calcio e calcio. come c’è conoscenza e conoscenza. dove termina una inizia l’altra. chi non ha provato ha solo una visione ed è quella meno illuminante. non bisogna scendere ma cercare di far salire chi cerca di salire ascoltando e forse migliora.

  • Posted 7 Ottobre 2016 22:32 0Likes
    by Dado

    Concordo con Daniele, che si giochi in serie A, in Eccellenza, nel Carnico o nel campetto dell’ oratorio con gli amici , se esiste un minimo di cultura sportiva, si gioca per vincere con impegno e rispetto di avversari, regole e compagni di squadra. Non serve avere un “curriculum” da professionista o quasi per affermare certe cose basta una certa serietà e buon senso che non riguarda solo il calcio ma ogni ambito sociale.

  • Posted 9 Ottobre 2016 20:24 0Likes
    by Raffaello

    Ho assistito alla partita di Imponzo e posso solo confermare le parole di coloro che hanno masticato calcio, Raffaele e Loris…..

  • Posted 10 Ottobre 2016 13:04 0Likes
    by Raffaele

    Grazie Raffaello, mi è stato riferito che alcuni calciatori del Cedarichis camminavano… Daniele Quattrini questo è la riprova della tua poca conoscenza

  • Posted 10 Ottobre 2016 13:41 0Likes
    by Massimo Di Centa

    Ti è stato riferito evidentemente da gente che vuole trovare il marcio ovunque. Il Cedarchis ha giocato su quei ritmi buona parte delle proprie partite e del resto lo testimonia una classifica che li vedi salvi per 3 punti.

  • Posted 10 Ottobre 2016 17:48 0Likes
    by Raffaello

    Voglio solo precisare che nessuno di noi, cioè chi ha assistito alla partita da sempilce spettatore, pensa ci sia stato del marcio, ma gli stimoli erano sicuramente diversi…

  • Posted 10 Ottobre 2016 17:54 0Likes
    by Raffaele

    Massimo, te eri lì… è vero che sono stati sostituiti gli uomini con più “brio” da parte del ceda?..

  • Posted 10 Ottobre 2016 18:32 0Likes
    by Massimo Di Centa

    Beh, Raffaello, mi sembra ovvio. Da una parte c’era una squadra che si giocava il titolo, dall’altra una che non vedeva l’ora di finire una stagione travagliata. Ci mancherebbe che avvesero avuto gli stessi stimoli …

  • Posted 10 Ottobre 2016 18:46 0Likes
    by Massimo Di Centa

    Allora, ricapitoliamo: in porta giocava Bortoluz, che nonostante faccia il 12° a Cedarchis, potrebbe essere titolare in almeno 10 squadre di Prima; Rella è stato sostituito a 8′ dalla fine; Mereu è uscito a metà ripresa infortunato; Rainis ha lasciato il posto a Candoni a metà ripresa per tenatre di giocarsela col tridente spostando Pillinini in avanti dopo che il “Pilli” aveva giocato tutto il primo tempo davanti alla difesa; Moro ha lasciato il campo per Picco dopo un’ora di gioco. Ti assicuro che nessuno di quelli sostituiti aveva lasciato segni importanti sulla partita. Tutto il Cedarchis (eccezion fatta per Biondi) ha giocato una partita al di sotto della sufficienza. Sul discorso degli stimoli credo che sia normale fossero diversi. Poi, Raffaele, possiamo stare qui ore a discutere e quello che passa nella testa dei giocatori non lo sapremo mai. Per quel che mi riguarda, posso dire soltanto che ho visto il Cedarchis alemno una decina di volte e l’ho visto giocare sempre con lo stesso ritmo e la stessa intensità, eccezion fatta per la partita di ritorno della Coppa Carnia, a Villa contro i Mobilieri, quando i giallorossi giocarono una partita gagliarda e sfortunata.

  • Posted 10 Ottobre 2016 22:01 0Likes
    by Raffaele

    Va bene, grazie mille Massimo, anche il prossimo anno spero farai parte di quella splendida squadra che lavora e tramanda la passione del Carnico, grazie davvero per quello che fate. Bon an a ducj.

  • Posted 10 Ottobre 2016 22:27 0Likes
    by Dado

    Massimo, evidentemente non abbiamo masticato abbastanza calcio. Propongo a chi ne sa di fare dei corsi serali, così ascoltando, anche noi potremo un giorno commentare una partita di calcio da illuminati……….ma per piacere !!!!!!!!!

Comments are closed.

Subtitle

Per la tua pubblicità

Some description text for this item

Subtitle

Approfondimenti

Some description text for this item

Subtitle

TECHNICAL PARTNER

Some description text for this item

Ufficio PubblicitàRadio Studio Nord e-mail: spot@rsn.itT +39 0433 40690
Redazione Radio Studio Nord e-mail: carnico@rsn.it
Link Utili FIGC Tolmezzo
Precedenti Stagioni 2018 2017 2016 Altre edizioni