DIFFIDE COPPA, UNA PROPOSTA

L’articolo pubblicato da Bruno Tavosanis sull’elenco dei giocatori in diffida per quanto riguarda le squadre rimaste in lista per la Coppa Carnia, porta inevitabilmente a delle considerazioni.

Vista la relativa brevità della manifestazione, i giocatori corrono un rischio francamente esagerato. L’articolazione della Coppa prevede una fase eliminatoria con gironi a 4 (quindi tre partite per ogni squadra), un’eliminazione diretta agli ottavi, una ai quarti, due semifinali e la finale; le squadre che arrivano alle semifinali disputano perciò 7 partite. Quindi, se per caso un giocatore venisse ammonito nella prima partita della fase a gironi e poi nella semifinale di ritorno, salterebbe la finale. Il che, oggettivamente, appare una punizione spropositata.

A questo punto, buttiamo là una proposta, con la speranza che possa essere supportata da una qualsiasi regola normativa in materia: dopo la disputa dei quarti, azzeriamo le diffide. In questo modo salterebbe la finale solo chi viene ammonito in entrambe le semifinali.
È solo un suggerimento, niente di più, ma magari potrebbe essere preso in considerazione dagli organi federali e disciplinari.

(nella foto di Alberto Cella uno degli 8 diffidati del Cercivento, Mauro Moro)

Subtitle

Per la tua pubblicità

Some description text for this item

Subtitle

Approfondimenti

Some description text for this item

Subtitle

TECHNICAL PARTNER

Some description text for this item

Ufficio PubblicitàRadio Studio Nord e-mail: spot@rsn.itT +39 0433 40690
Redazione Radio Studio Nord e-mail: carnico@rsn.it
Link Utili FIGC Tolmezzo
Precedenti Stagioni 2018 2017 2016 Altre edizioni