DIAMO I NUMERI

Ecco il consueto appuntamento curato da Simone Fornasiere.

BORDANO – PONTEBBANA (andata 2 – 1 Tiepolo, Buzzi, Tiepolo)
Subito importante il primo confronto tra il Bordano e la Pontebbana, datato 1969 e valido per la Promozione girone “A”: vinse il Bordano per 3 a 2 e, a fine anno, la Pontebbana non fu promossa in quanto si piazzò al secondo posto, un solo punto dietro i Mobilieri. Pontebbana che ora, negli ultimi quattro confronti ha sempre vinto: 0 a 1 nella Terza categoria del 2006, 1 a 2 in quella del 2007, 1 a 3 nella Prima categoria del 2011 e 1 a 2 in quella dello scorso anno.

I 24 precedenti:
Vittorie Bordano: 9
Pareggi: 5
Vittorie Pontebbana: 10

CAMPAGNOLA – REAL I.C (2 – 2 Marioni, Agostinis, Marini, Andrea Morassi)
Il Real I.C. che si laureò campione carnico nella stagione 1999 perse soltanto tre partite, di cui una sola in trasferta: quella del “Goi” di Gemona quando venne sconfitto per 2 a 1. Anche il Campagnola, nei due anni in cui conquistò il titolo non riuscì a battere il Real tra le mura amiche: perse 0 a 2 nel 2003 e pareggiò, 0 a 0, nel 2007.

I 18 precedenti:
Vittorie Campagnola: 9
Pareggi: 3
Vittorie Real I.C. : 6

CAVAZZO – OVARESE (0 – 1 Dionisio)
Lo scorso campionato di Prima categoria, Cavazzo-Ovarese aprì la stagione con la vittoria dei poi campioni carnici per 2 a 1 grazie alle reti di Sgobino e Dario, intervallate dal pareggio di Fruch. L’anno precedente, ancora per la Prima categoria, il risultato più netto con la vittoria del Cavazzo con il tennistico 6 a 0.

I 16 precedenti:
Vittorie Cavazzo: 7
Pareggi: 5
Vittorie Ovarese: 4

CEDARCHIS – MOBILIERI (2 – 1 Granzotti, Mereu, Vidali)
Nella Prima categoria del 1997 questa partita fu sfida al vertice dato che, a fine stagione, il Cedarchis fu campione e i Mobilieri si piazzarono al secondo posto, seppur distanziati di sette punti; e a dimostrazione del netto divario il risultato dello scontro diretto che premiò il Cedarchis, 4 a 0. L’anno successivo ancora Cedarchis campione carnico, che patì una sola sconfitta casalinga proprio ad opera dei gialli di Sutrio che espugnarono Arta Terme con il pirotecnico 4 a 5.

I 30 precedenti:
Vittorie Cedarchis: 14
Pareggi: 7
Vittorie Mobilieri: 9

MOGGESE – ILLEGIANA (3 – 0 Filaferro, Iob, Marcon)
Solo due pareggi nelle sfide tra Moggese e Illegiana: il primo, nella massima categoria del 1990 con la gara terminata 1 a 1, il secondo nella Prima categoria del 2006 con il risultato di 2 a 2. L’anno prima, nella Seconda categoria, l’ultima vittoria dell’Illegiana che espugnò Moggio per 1 a 2 in quello che fu un bell’anno per entrambe che furono poi promosse in Prima categoria.

I 13 precedenti
Vittorie Moggese: 5
Pareggi: 2
Vittorie Illegiana: 6

VELOX – PALUZZA (1 – 2 Ivancea, Ivancea, Di Gleria)
Nella Promozione girone “B” di quarant’anni fa il Paluzza guadagnò l’accesso alla categoria superiore classificandosi al primo posto in classifica: ebbene, quella stagione, l’unica sconfitta arrivò proprio a Paularo per 3 a 2. Velox che negli anni ha saputo impartire anche belle goleade al Paluzza: 8 a 1 nella Prima categoria del 2008, 7 a 2 in quella del 2007, 7 a 1 nella Seconda categoria del 2009 e 5 a 0 in quella dello scorso anno.

I 20 precedenti:
Vittorie Velox: 13
Pareggi: 2
Vittorie Paluzza: 5

VILLA – TRASAGHIS (5 – 2 Autorete Comoretto, Lancerotto, Lancerotto, De Prophetis, Iacuzzi, Conni, Iacuzzi)
Nella Prima categoria del 1989 il Trasaghis era in piena corsa per il titolo con l’Ovarese e a fine anno si classificò al secondo posto; il Villa, invece, chiuse la stagione all’ultimo posto ottenendo solamente 13 punti, due dei quali proprio in casa con il Trasaghis sconfitto per 1 a 0. L’ultima vittoria del Trasaghis, nella Prima categoria del 2009, ottenuta per 0 a 1 grazie ad una rete di Piu, oggi al Villa.

I 10 precedenti:
Vittorie Villa: 5
Pareggi: 3
Vittorie Trasaghis: 2

AMARO – RAPID (2 – 3 Durigon, Treu, autorete di Zacchi, Ferraiuolo, Pettarin)
Una sola vittoria per il Rapid ad Amaro, risalente alla Seconda categoria del 2006 e ottenuta grazie allo 0 a 4 finale. Il primo precedente assoluto si è giocato nella Promozione girone “A” del 1969 con la vittoria dei padroni di casa per 5 a 3. Si è dovuto poi attendere la Terza categoria del 2004 per ritrovare questa sfida, terminata in parità, 1 a 1.

I 5 precedenti:
Vittorie Amaro: 3
Pareggi: 1
Vittorie Rapid: 1

ANCORA – VAL RESIA (1 – 0 Del Fabbro)
Pochi i precedenti, quattro, tra l’Ancora e il Val Resia con il bilancio di poco in favore dell’Ancora che ha vinto la prima, nella Terza categoria del 2006 per 1 a 0, e l’ultima, nella Seconda categoria dello scorso anno per 3 a 1, sfida.

I 4 precedenti:
Vittorie Ancora: 2
Pareggi: 1
Vittorie Val Resia: 1

AUDAX – ARTA TERME (1 – 3 Radina, Polo, Cocchetto, Radina)
Per trovare una vittoria dell’Arta a Forni di Sotto dobbiamo tornare al primo precedente assoluto, del 1952, valido per il Girone unico, con i termali che vinsero per 3 a 4. Cinque i pareggi, consecutivi, tra il 1992 e il 2011: 2 a 2 nella Seconda categoria del 1992, stesso risultato nella Prima categoria del 2004, 1 a 1 nella Prima categoria del 2005 e in quella del 2006 e nella Seconda categoria del 2011.

Gli 8 i precedenti:
Vittorie Audax: 2
Pareggi: 5
Vittorie Arta Terme: 1

CERCIVENTO – ARDITA (4 – 2 Morassi, Ferrari, Morassi, Vezzi, Morassi, Prochazka)
Un solo pareggio, 1 a 1, nella Terza categoria girone “A” del 1983; nella Seconda categoria del 2000, invece, il Cercivento vinse 4 a 1 chiudendo poi il campionato al quart’ultimo posto e condannando l’Ardita, piazzatosi, terzultimo, alla retrocessione diretta in Terza. Cercivento cui però, poi, tocco la stessa sorte dato che perse il doppio spareggio con l’Audax perdente dello spareggio tra le seconde classificate della Terza categoria.

I 10 i precedenti:
Vittorie Cercivento: 6
Pareggi: 1
Vittorie Ardita: 3

IL CASTELLO – FUS.CA (0 – 1 Pashkja)
L’unico precedente, della Terza categoria del 2008, è terminato 2 a 2 con le reti di Driussi e Fanti per i gemonesi e di Clama e Brollo per il Fus.ca.

Il precedente:
Vittorie Il Castello: 0
Pareggi: 1
Vittorie Fus.ca: 0

SAN PIETRO – SAPPADA (1 – 2 Puntil, Collavino, Puntil)
Bilancio in favore del Sappada negli scontri giocati a Presnaio, dato che sono state solo due le non vittorie dei cadorini in Comelico: al primo precedente assoluto, della Terza categoria girone “A” del 2000 con la vittoria del san Pietro per 1 a 0 e nella Terza categoria del 2005 con l’incontro chiuso a reti bianche, 0 a 0.

I 6 precedenti:
Vittorie San Pietro: 1
Pareggi: 1
Vittorie Sappada: 4

AMPEZZO – EDERA (1 – 2 Busolini, Zanier, Ndabunganiye)
Ampezzo e Edera chiusero appaiate, al primo posto, il Girone “C” del 1967 e dopo che lo scontro diretto si chiuse 2 a 0 fu necessario disputare uno spareggio per decretare chi fosse il vincitore del girone e potesse partecipare agli spareggi per il titolo con le vincenti degli altri gironi; si giocò a Moggio Udinese e l’Edera superò l’Ampezzo per 4 a 2 qualificandosi agli spareggi per il titolo con Cavazzo e Tarvisio che videro il successo finale di quest’ultima.

I 32 i precedenti:
Vittorie Ampezzo: 15
Pareggi: 9
Vittorie Edera: 8

LA DELIZIA – RIGOLATO (1 – 0 Steffan)
Rigolato che ha vinto solamente due volte a Priuso e l’ha fatto al primo e al terzo precedente: prima nella Promozione “A” del 1974 per 0 a 2 in quella che fu una delle poche sconfitte de La Delizia che vinse il girone, poi nella medesima categoria del 1978 per 0 a 1 quando chiuse il campionato all’ultimo posto.

I 15 precedenti:
Vittorie La Delizia: 7
Pareggi: 6
Vittorie Rigolato: 2

MALBORGHETTO – VERZEGNIS (2 – 1 Gitschthaler, Gardel, Bordignon)
Tre le vittorie dei verdi del lago in quel di Malborghetto di cui due con punteggio netto: 2 a 9 al primo precedente assoluto nella Promozione girone “C” del 1978 e 1 a 5 nel girone “A” di Terza categoria del 1998. Lo scorso anno vinse il Malborghetto, 3 a 2, con le reti di Saveri, Faleschini e Gardel per i padroni di casa e di Zanier e Basile per gli ospiti.

Gli 8 precedenti:
Vittorie Malborghetto: 3
Pareggi: 2
Vittorie Verzegnis: 3

RAVASCLETTO – VAL DEL LAGO (0 – 1 Megdiu)
Val del Lago che non ha mai vinto in Val Calda e gli unici due punti ottenuti sono il frutto dei due pareggi ottenuti nella Seconda categoria del 2007 e del 2008 con gli incontri terminati 1 a 1. Netta la vittoria del Ravascletto al primo precedente assoluto grazie al 4 a 0 della Seconda categoria del 2000.

I 6 precedenti:
Vittorie Ravascletto: 4
Pareggi: 2
Vittorie Val del Lago: 0

TARVISIO – LAUCO (0 – 2 doppietta Andrea Florit)
Tarvisio e Lauco si sono affrontate solamente in questo ultimo decennio, tant’è che quando queste due squadre si sono affrontate la denominazione dei padroni di casa è sempre stata di Nuova Tarvisio. Mai un pareggio nei confronti e una sola vittoria per il Lauco, ottenuta per 0 a 2 nella Seconda categoria del 2004.

I 5 precedenti:
Vittorie Tarvisio: 4
Pareggi: 0
Vittorie Lauco: 1

TIMAUCLEULIS – STELLA AZZURRA (2 – 1 Salzano, Meneano, Idrizi)
Nell’Eccellenza del 1973 il primo confronto che si chiuse con il risultato di 3 a 2 per i timavesi. Accomunate dalla retrocessione, dalla Seconda categoria alla Terza, queste due squadre nella stagione 2006 con lo scontro diretto che andò alla Stella Azzurra con il punteggio di 1 a 2. un solo pareggio, datato 2007 e valido per la Terza categoria, chiusosi 2 a 2.

I 10 precedenti:
Vittorie Timaucleulis: 7
Pareggi: 1
Vittorie Stella Azzurra: 2

8 Comments

  • Posted 29 Agosto 2013 17:20 0Likes
    by gianca

    Approfitto di questo editoriale per scrivere qualcosa sulla partita dell’Illegiana-Bordano di ieri sera.
    A Illegio ci sono due luoghi di culto.
    Il primo è la chiesa dove don Alessio, prete bravissimo e famoso anche presso la Curia Romana, lancia i suoi strali e fa respirare ai devoti un’aria mistica bellissima, con il coro del paese che canta, i chierichetti vestiti di tutto punto, ed i fedeli che assistono in religioso silenzio.
    Il secondo luogo di culto è l’albergo Miramonti, sempre a Illegio, dove la domenica dopo la messa i fedeli di don Alessio si confondono con i tifosi, i giocatori ed i numerosissimi tecnici dell’Illegiana.
    Ebbene, domenica scorsa c’era un’aria più pesante del solito, forse dovuta alla prima pioggia di agosto. Alcuni senatori avevano buttato là la proposta di non iscrivere più l’Illegiana al campionato carnico, per trasferirla nel campionato amatori.
    Va detto che questi “senatori” erano già in campo nel 92 quando l’Illegiana ha vinto l’ultimo scudetto, e quindi masticano male le tante sconfitte di quest’anno.
    E quindi affrontare il Bordano, vincitore della Coppa Carnia, con l’assenza di tre pezzi da 90 come Ado Agostinis, Alessandro Scarsini e Onorato Iob, era una cosa che poteva metter paura.
    Invece i giovani hanno voluto mettercela tutta ed hanno vinto meritatamente, perchè loro della squadra amatori non sanno che farsene….

    P.S. a sostegno della squadra anche la bigliettaria all’ingresso del campo aveva messo lo smalto delle unghie con i colori sociali

  • Posted 29 Agosto 2013 17:59 0Likes
    by Andrea

    Mitico Dottore!!!!!

  • Posted 30 Agosto 2013 12:17 0Likes
    by sappadino

    posso solo chiedere una cortesia a lei signor Fornasiere e in generale alla redazione ? spesso per definire il Sappada usate come sinonimo la parola Cadorini ; ma vedete sebbene quando si passa il confine regionale vi sia il cartello “alto Cadore” la definizione non ha nulla a che vedere con il territorio Sappadino e la sua popolazione che semplicemente ( dico io eh ma cosi mi creda la vedono molti) si ritiene “Sappadina” e basta , non per motivi di dissidio o altro ma perchè è ed è sempre stato cosi , per farle un paragone sarebbe come definire Friulano un Carnico o viceversa , Friuli è Friuli e Carnia è carnia perchè così è , giusto no ? capisco che per non ripetere sempre sappada o Sappadini dobbiate per forza trovare dei sinonimi ma credetemi , non siamo ne cadorini ne comeliani ne carnici , siamo semplicemente Sappadini , magari ci chiami “Plodars ” ( Sappadini in dialetto ) , e intanto grazie .

  • Posted 30 Agosto 2013 12:23 0Likes
    by Marco

    Mi sembra che nel 2006 il Val Resia ha vinto a Prato Carnico……. 🙂

  • Posted 30 Agosto 2013 18:50 0Likes
    by alex I

    Grande gianca: piuttosto di piangere come hanno fatto diversi finora, bisogna rimboccarsi le maniche e non vivere sui ricordi, la storia passata rimane, ma bisogna costruire quella futura, bravi i ragazzi dell’Illegiana, senza nulla togliere a quelli del Bordano

  • Posted 30 Agosto 2013 20:40 0Likes
    by Simone Fornasiere

    Perfetto, recepito….. chiedo scusa per l’errore spesso, ma mi creda in buona fede, commesso….

  • Posted 30 Agosto 2013 20:42 0Likes
    by Simone Fornasiere

    Ancora-Val Resia del 2006, 0 a 1 rete di Alessio Buttolo…. evidentemente la stanchezza di quando ho scritto il pezzo mi ha fatto invertire il risultato…….

  • Posted 31 Agosto 2013 09:32 0Likes
    by sappadino

    signor Fornasiere sono ultra sicuro della buona fede , mica era nulla di grave , era una semplice richiesta cortese e la ringrazio per averla accolta 🙂

Comments are closed.

Subtitle

Per la tua pubblicità

Some description text for this item

Subtitle

Approfondimenti

Some description text for this item

Subtitle

TECHNICAL PARTNER

Some description text for this item

Ufficio PubblicitàRadio Studio Nord e-mail: spot@rsn.itT +39 0433 40690
Redazione Radio Studio Nord e-mail: carnico@rsn.it
Link Utili FIGC Tolmezzo
Precedenti Stagioni 2018 2017 2016 Altre edizioni