COPPA CARNIA: FUORI IL VILLA

Fedele protagonista nell'Arta.
Fedele protagonista nell’Arta.

Ecco i risultati dei quarti di Coppa:
OVARESE – FOLGORE 3 – 2. Dopo il doppio vantaggio della Folgore, ottenuto grazie alle reti di Concina ed al rigore di Iacuzzi, reazione dell’Ovarese, con Zanier che accorcia le distanze prima del pareggio di Fruch. Poi, a 4’ dalla fine ancora Zanier regala il passaggio del turno ai biancazzurri.
ARTA – FUSCA 6 – 4 ai rigori. Al 90’ il punteggio era di 1 a 1, per le reti di Maichoal Cescutti ed il pareggio di Martinis nei minuti finali. Clamorosa la svista della terna in occasione del gol Cescutti, scaturito da un angolo battuto irregolarmente da un giocatore del Fusca. Questi, dall’area d’angolo, si è portato il pallone in avanti e poi l’ha calciato al centro dell’area, dove Cescutti ha raccolto e insaccato. Nella serie dei rigiri, decisivo quello parato da Fedele a De Tonia.
VAL DEL LAGO – MOBILIERI 0 – 3. I Mobilieri passano abbastanza agevolmente grazie alle reti di Di Lena, Ermano e Della Pietra.
CAVAZZO – VILLA 5 – 0. Partita mai in discussione, col Cavazzo che vince largo grazie alla doppietta di Lestuzzi ed ai gol di Dionisio, Rainis e Florit.
Delineato, quindi, il quadro delle semifinali:
OVARESE – ARTA si giocherà il 30 luglio
MOBILIERI CAVAZZO si giocherà il 6 agosto

13 Comments

  • Posted 3 Luglio 2014 09:13 0Likes
    by simone

    Le semifinali si giocheranno su campi neutri?

  • Posted 3 Luglio 2014 18:00 0Likes
    by diegodorotea

    Domanda: ma non era più logico far giocare tutte e due le semifinali nella stessa settimana, ipotesi martedì 30 e mercoledì 31 luglio, magari anticipando a sabato (non mi pare che ci siano problemi di affollamento di anticipi) le due partite di campionato delle squadre impegnate martedì? In questo modo entrambe le finaliste avrebbero lo stesso tempo a disposizione per preparare la finale (soprattutto dal punto di vista mentale e fisico), anziché avere una differenza di una settimana. Allo stesso tempo ci sarebbe la possibilità per gli appassionati di andare a vedere entrambe le gare.
    O la scelta è stata dettata da altri motivi?

  • Posted 3 Luglio 2014 18:27 0Likes
    by Luca

    Io direi Ovarese – Arta a Cavazzo o ad Amaro (si trovano a metà strada ed hanno l’illuminazione), Mobilieri – Cavazzo ad Arta (unico impianto a metà strada dotato di illuminazione) o Paularo (non so se ha l’illuminazione). Queste soluzioni possono permettere un buon afflusso di gente e di conseguente coreografia alle semifinali, altre destinazioni sarebbero secondarie e rischierebbero un flop di pubblico.

  • Posted 4 Luglio 2014 10:29 0Likes
    by giovanni

    Volevo fare una precisazione sulla presunta irregolarità della rete del vantaggio del Fus-ca ad Arta Terme; il guardalinee e non un giocatore arancione che potrebbe non essere imparziale (la terna arbitrale servirà a qualcosa, no!) che era a due passi dalla bandierina del calcio d’angolo, a differenza degli spettatori e delle panchine, ha cercato di spiegare a giocatori e dirigenti dell’Arta che stavano protestando comprensibilmente che la palla era stata toccata e quindi messa in gioco, prima che da Dario, dallo stesso Cescutti che poi abilmente si era allontanato per disorientare la difesa avversaria, cosa che in effetti è accaduta.
    Indubbiamente dalla tribuna e dalla panchina dei locali il tocco non poteva essere visto per cui la reazione di sconcerto posso anche comprenderla, ma il pallone nel momento in cui Dario lo ha toccato per due volte era già in gioco.

  • Posted 4 Luglio 2014 12:19 0Likes
    by Ettore Pittini

    in merito alla precisazione dell’irregolarità sulla battuta del calcio d’angolo e successiva rete a vantaggio del Fus-ca.
    volevo chiedere una precisazione al sig. Giovanni
    Io giocatore prendo il pallone con l’intenzione di battere il calcio d’angolo lo sistemo e pure ci metto il piedino sopra magari il pallone anche si muove un pò, poi mi raggiunge un compagno di squadra con l’intenzione di calciare lui il pallone e mi allontano, naturalmente il tutto senza un fischio dell’arbitro….. mi chiedo quando devo considerare la ripresa del gioco ????

  • Posted 4 Luglio 2014 12:48 0Likes
    by Massimo Di Centa

    Questo calcio d’angolo sta diventando famoso quasi come quello battuto dalla Roma in una partita dei giallorossi contro il Milan nel marzo 2008. Io ero presente alla partita di Arta e dalla tribuna (come ha giustamento rilevato Giovanni) la sensazione è stata quella di aver assistito ad una battuta irregolare. Mi fa piacere però che proprio Giovanni abbia scritto quel commento, dandomi l’occasione per fare una piccola inchiesta. Dalla tribuna, ripeto, sembrava una battuta non regolamentare e come me l’hanno pensata tutti gli spettaori presenti, anche un paio di tifosi del Fusca interpellati dal sottoscritto al termine della gara. Il commento di Giovanni, però, a questo punto apre una nuova propsettiva nella considerazione del caso. Ho personalemente interpellato Maichoal Cescutti, il quale mi ha assicurato di avere effettivamente toccato il pallone prima di Nevio Dario, il cui passaggio verso il limite dell’area, a quel punto, sarebbe diventato il secondo tocco e quindi regolare. Rispondendo ad Ettore, vorrei precisare che un tocco anche minimo del pallone è valido: in pratica, non occorre nemmeno che la sfera esca dalla cosiddetta area d’angolo. Detto questo ed accettando la versione di Cescutti, chiedo scusa per aver fornito una versione errata dei fatti. Ammettere un errore (anche se non abbiamo moviole a disposizione …) dovrebbe rientrare nella sfera deontologica dei giornalisti. Un modo corretto di far bene il proprio lavoro, insomma: speriamo che il discorso valga per tutti …

  • Posted 4 Luglio 2014 13:09 0Likes
    by Simone Fornasiere

    Giusto per sdrammatizzare un po’…. come mai Massimo Di Centa al suo articolo allega la foto di un giocatore che indossa la maglia della Juventus? Stanno cambiando i tempi e il buon Massimo sta cambiando fede calcistica?????

  • Posted 4 Luglio 2014 15:02 0Likes
    by ermes

    E’ successa la stessa cosa anche in una partita dei mondiali (non ricordo quale), dove l’arbitro e il collaboratore di linea (segnalineee…) hanno clamorosamente toppato, annullando la giocata….famosa per questa furbata (regolare) la Roma di Spalletti.
    Dove c’è un solo arbitro la cosa potrebbe essere difficile da valutare….

  • Posted 4 Luglio 2014 15:29 0Likes
    by Luciano Patat

    Tralasciando l’episodio in oggetto, che non posso commentare poiché non c’ero, mi premeva soltanto dire una cosa a Massimo Di Centa: sei un grande. Come giornalista, ma anche e soprattutto come persona. La tua umiltà fa bene al calcio e dovrebbe (potrebbe) fare bene anche al mondo del giornalismo.
    Max… chapeau!!!

  • Posted 4 Luglio 2014 16:25 0Likes
    by Massimo Di Centa

    @ Simone. Hai ragione, ma non stanno cambiando nè tempi, nè fedi. Ora provvedo subito. Un attimo di distrazione, lo stesso che ha avuto chi ha deciso di farti scrivere … 🙂 Grande Simo!
    @ Luciano. Ti ringrazio per le belle parole, ma ammettere un errore credo dovrebbe essere la norma, non l’eccezione. Grazie Luciano, pernso di te le stesse cose. Un abbraccio.

  • Posted 5 Luglio 2014 07:40 0Likes
    by Ettore Pittini

    per Massimo
    sarei curioso di vedere cosa avrebbe fatto l’arbitro, se un difensore solerte fosse andato a prendere il pallone dopo il presunto tocco, anche involontario dell’attaccante, io non avrei dubbi l’arbitro avrebbe fischiato per la ribattuta del calcio d’angolo.
    ciao massimo e buona giornata

  • Posted 5 Luglio 2014 12:36 0Likes
    by Bruno Tavosanis

    E’ la stessa cosa che ho detto io a Massimo poco fa, Ettore. E secondo me ci sarebbe scappata pure l’ammonizione. Urge una regolamentazione.

  • Posted 5 Luglio 2014 12:51 0Likes
    by Massimo Di Centa

    D’accordissimo con te, Ettore. Buona giornata anche a te, presidente! 🙂

Comments are closed.

Subtitle

Per la tua pubblicità

Some description text for this item

Subtitle

Approfondimenti

Some description text for this item

Subtitle

TECHNICAL PARTNER

Some description text for this item

Ufficio PubblicitàRadio Studio Nord e-mail: spot@rsn.itT +39 0433 40690
Redazione Radio Studio Nord e-mail: carnico@rsn.it
Link Utili FIGC Tolmezzo
Precedenti Stagioni 2018 2017 2016 Altre edizioni