CEDARCHIS-MOBILIERI, IN CAMPO 18 SCUDETTI

di MASSIMO DI CENTA

La seconda domenica di settembre offre motivi di interesse in tutte le categorie, con scontri delicati sia in chiave promozione che in chiave salvezza, fermo restando il duello al vertice in Prima, col Cavazzo che di sicuro ha un compito più semplice sulla carta: i viola, infatti, sono attesi dalla trasferta di Amaro, in casa cioè di una squadra che nelle ultime settimane ha palesato uno stato di forma piuttosto precario.
Di ben altro spessore appare l’impegno dei
Mobilieri nella tana del Cedarchis: allo “Zuliani” di Arta Terme saranno in campo la storia (con i diciotto titoli complessivi conquistati dalle due squadre) e l’attualità, che vede i sutriesi impegnati nella rincorsa al Cavazzo ed i giallorossi in difesa di un terzo posto non propriamente pronosticabile ad inizio stagione.

Denis Not (Ovarese)

Sugli altri campi, punti salvezza in palio. La gara più delicata appare OvareseCampagnola: la formazione di Beorchia non ha alternative alla vittoria, perché anche un pareggio (che al limite andrebbe benissimo agli ospiti) potrebbe risultare davvero letale. I gemonesi, dal canto loro, sanno che perdere significherebbe piombare in piena lotta retrocessione.

Obbligato a vincere è anche il Cercivento, in casa con la Pontebbana: le due vittorie consecutive negli ultimi due turni hanno rivitalizzato morale e classifica e i ragazzi di Moser sanno benissimo che centrare il tris potrebbe davvero essere una svolta importante, al cospetto di una squadra che invece potrebbe anche accontentarsi di un pareggio.
La
Nuova Osoppo, in casa contro l’Arta cerca conferme dopo la vittoria di domenica scorsa: se un pareggio potrebbe andar bene agli ospiti (in posizione di sufficiente tranquillità), la compagine di Gobbi dovrà necessariamente inseguire i tre punti, anche per sfruttare eventuali passi falsi delle altre e scalare la classifica.
Incontri senza grandi motivazioni sembrano quelli tra
Trasaghis e Fusca (locali praticamente quasi fuori dalla zona a rischio e ospiti ormai con un piede in Seconda) e tra Villa e Real (una classica che ha come obiettivo massimo per entrambe l’inseguimento al terzo posto).

In Seconda, la capolista Sappada riposa e starà alla finestra a guardare gli scontri tra le altre, con la tranquillità di non poter comunque essere raggiunta. Campo principale sarà “Pradelat”, dove l’Illegiana attende la visita della Folgore. I ragazzi di Colosetti hanno la grande occasione per migliorare la loro già brillante classifica, soprattutto in considerazione del fatto che la squadra di Invillino non appare in un grande momento e col morale a terra dopo la batosta di domenica scorsa col Sappada.

Andrea Del Bon (Paluzza)

Compiti decisamente più agevoli attendono le altre impegnate nella lotta promozione: il Paluzza, in casa con l’Ardita, dovrà solo trasferire sul terreno di gioco la differenza di valori evidenziata dalla classifica contro una squadra che sembra avere il destino già segnato. La Velox, reduce dal disastro di Verzegnis nel turno precedente, ha la grande occasione di rifarsi: il Timaucleulis che arriva al “Romano”  (l’incontro è posticipato alle ore 17, su richiesta della Velox) è virtualmente già in Terza e l’unico problema per i gialloblu sarà solo la concentrazione.
Sugli altri campi, confronti interessantissimi in ottica salvezza: la
Stella Azzurra attende la Val del Lago. Le due squadre sono appaiate in classifica, appena due punti sopra il terzultimo posto e questo basta a spiegare la delicatezza del confronto.
Da seguire con molta attenzione anche il match tra
Tarvisio e Lauco: la caduta verticale dei tarvisiani è stata abbastanza sorprendente dopo il buon inizio, ma ora il coinvolgimento nella lotta salvezza li obbliga a fare risultato pieno contro una squadra messa meglio in classifica, ma di sicuro ancora in una posizione pericolosa.
Lo stesso discorso vale per
RavasclettoVerzegnis: ai padroni di casa potrebbe andare bene anche il pareggio, mentre la formazione di Di Lena ha assoluta necessità di vincere anche per dare seguito all’exploit di domenica scorsa contro la Velox.

In Terza la domenica è una di quelle che potrebbe segnare svolte importanti. Il turno sembrerebbe rivelarsi se non decisivo quanto meno importantissimo per la capolista Ancora: l’impegno interno col Bordano sembra alla portata dei ragazzi di Agostinis (anche se il Bordano ha dato segnali di riscossa, ultimamente), che in più potranno sfruttare gli incroci di calendario delle squadre inseguitrici che si affrontano tra loro.

Andrea Picco (La Delizia)

La Viola affronta una Moggese in palla e con rinnovate ambizioni, mentre il San Pietro, in casa dell’Edera, dovrà resistere alla voglia dei ragazzi di Enemonzo, che in questa partita ripongono molte speranze per un salto in classifica importante.
Il
Val Resia, che attende il Comeglians, ha la grande occasione per rosicchiare punti a chi lo precede in classifica.
L’
Audax va in casa del Castello per portare a casa una vittoria che manterrebbe accesa la fiammella della speranza, in attesa di altri scontri diretti.
Ultima partita in calendario il classico derby tra
Ampezzo e La Delizia, valido solo per aggiornare le statistiche delle sfide tra le due squadre.

CLICCA QUI PER IL QUADRO COMPLETO DI PARTITE E ARBITRI

(nella foto due ex della partita di domenica: Guido Nodale del Cedarchis e l’allenatore dei Mobilieri Gilberto Buzzi)

Subtitle

Per la tua pubblicità

Some description text for this item

Subtitle

Approfondimenti

Some description text for this item

Subtitle

TECHNICAL PARTNER

Some description text for this item

Ufficio PubblicitàRadio Studio Nord e-mail: spot@rsn.itT +39 0433 40690
Redazione Radio Studio Nord e-mail: carnico@rsn.it
Link Utili FIGC Tolmezzo
Precedenti Stagioni 2018 2017 2016 Altre edizioni